Cerca nel quotidiano:


Magnelli firma il capolavoro: è oro a Riccione

La finale è stata contro il bravissimo campione italiano in carica, vinta da Magnelli con uno splendido calcio Jodan valutato come Ippon, che ha risolto il combattimento nei secondi finali

Lunedì 8 Aprile 2019 — 18:02

Riccione si fa bella anche fuori stagione, grazie al karate e alla carovana sportiva che ha invaso la bella località balneare per la 20° edizione dell’Adidas Open Internazionale d’Italia Fijlkam. Il Play Hall di Riccione è stato riempito dai 311 team iscritti per un totale di 1771 atleti, 10 nazioni presenti, numeri da capogiro se si considera che la gara era aperta solo alle categorie agonistiche dai 12 anni compiuti in su.
Tutti i migliori atleti d’Italia, e non solo, in lotta per questa prestigiosa medaglia, difficilissima da conquistare, ambita da tanti.

Ambizione che è diventata realtà per il labronico Emanuele Magnelli autore di un capolavoro sportivo. L’atleta dell’Accademia dello Sport BluBay di Livorno, allenato dal padre Alessio Magnelli e dal suo maestro Carmelo Triglia, si è saputo imporre nella categoria under 14 +55kg in 6 splendidi incontri gestiti con maturità e autorevolezza, confermando la crescita costante degli ultimi anni che lo hanno visto primeggiare anche in ambito Internazionale con le vittoria all’Open di Svezia e all’Open d’Austria, con il terzo posto all’Open di San Marino, e con i podi mancati di poco all’Open di Berlino, all’Open di Toscana e alla Coppa del mondo giovanile Youth League WKF di Umag (Croazia).

Magnelli è riuscito a portare a termine i 6 incontri disputati segnando ben 17 punti agli avversari e subendone solo punto a sfavore. Questo il suo ruolino di marcia, primo incontro vinto 10-0, secondo 2-0, ottavi di finale 0-0 vinto poi al giudizio arbitrale, quarti di finale 1-0, fino ad arrivare alla semifinale pareggiata 1-1 contro il forte atleta della Slovenia, vinta poi per aver segnato per primo il punto.

La finale è stata contro il bravissimo campione italiano in carica, vinta da Magnelli con uno splendido calcio Jodan valutato come Ippon, che ha risolto il combattimento nei secondi finali.

L’Accademia dello Sport BluBay schierava per questa importante gara anche Federico Bini negli under 14 -45kg, seguito per l’occasione in gara dal tecnico Marco Bini, autore di un bel combattimento perso 1-4 contro l’atleta romano, dopo che Bini era passato in vantaggio con una bella combinazione di pugno.

Risultati che hanno fatto arrivare al 26° posto in classifica per società l’Accademia dello Sport BluBay su 311 team presenti e che fanno ben sperare per i prossimi importanti appuntamenti agonistici della società labronica, quali la Coppa Italia Csen di Montecatini 27-28 Aprile e, soprattutto, la Coppa del Mondo Giovanile Youth League Wkf che si terrà a Limassol (Cipro) il 3-4-5 maggio.

Riproduzione riservata ©