Cerca nel quotidiano:


Montano intramontabile! Aldo infilza un altro bronzo mondiale

Lo sciabolatore livornese pensa alla qualificazione olimpica: “Un bel terzo posto, merito a quanto fatto in pedana da questi ragazzi. Io alle Olimpiadi 2020? Spero tanto di esserci, dipendesse da me sì, senz'altro. Di sicuro oggi Tokyo è un po' più vicina"

domenica 21 Luglio 2019 21:34

Mediagallery

Medaglia di bronzo ai Campionati del Mondo Budapest 2019 nella gara a squadre di sciabola maschile per l’Italia del livornese Aldo Montano (foto Bizzi).
Il labronico (clicca qui per vedere la sua intervista dal minuto 1:57) , il napoletano Luca Curatoli, il foggiano Gigi Samele e il romano Enrico Berrè hanno superato nella finale per il terzo posto la Germania, fresca vincitrice del titolo europeo, con il punteggio di 45-38.
In precedenza, con lo stesso score, gli azzurri erano stati fermati in semifinale dai padroni di casa dell’Ungheria galvanizzati dal tifo dell’intero Syma Center.
Il cammino degli sciabolatori azzurri verso il bronzo era iniziato ieri, con le vittorie per 45-14 nel primo match contro la Repubblica Ceca e poi, a seguire, agli ottavi di finale, avevano sconfitto l’Ucraina per 45-32. Ai quarti era giunta la vittoria per 45-33 contro la Georgia.

Il capitano della squadra azzurra degli sciabolatori, Aldo Montano, pensa alla qualificazione olimpica: “Un bel terzo posto, merito a quanto fatto in pedana da questi ragazzi. Io alle Olimpiadi 2020? Spero tanto di esserci, dipendesse da me sì, senz’altro. Di sicuro oggi Tokyo è un po’ più vicina. Questo podio è molto importante in chiave qualificazione, siamo in linea con i punteggi, speriamo di continuare così. Non è ancora fatta ma dopo una vittoria in Coppa del Mondo e due medaglie di bronzo, all’Europeo e al Mondiale, non siamo messi assolutamente male”.

Finale
Corea del Sud b. Ungheria 45-44

Finale 3°-4° posto
ITALIA b. – Germania 45-38

Semifinali
Corea del Sud b. Germania 45-22
Ungheria b. ITALIA 45-38

Quarti
Corea del Sud b. Romania 45-34
Germania b. Russia 45-43
Ungheria b. Iran 45-29
ITALIA b. Georgia 45-33

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Sandro65

    Se un atleta, a 41 anni, dopo aver raggiunto risultati prestigiosi e notorietà continua a gareggiare ed ottenere altrettanti risultati prestigiosi, non si può che fargli i complimenti ed applaudire al suo essere atleta. Ricordo tanti detrattori quando a Pechino perse ai quarti da campione in carica, senza considerare che perse per una stoccata, e sono gare di livello mondiale. Grande Montano.

  2. # voltone

    grande Montano vero 0586 , anche nel silenzio SEMPRE FORZA LIVORNO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.