Cerca nel quotidiano:


Nuoto, Turrini dice addio alla vasca: “Appendo cuffia e occhialini al chiodo”

L'addio di Turrni sulla sua pagina Instagram: "Questo bellissimo viaggio mi ha regalato esperienze indimenticabili. Mi ha formato come uomo, dal bambino che va in piscina per imparare a nuotare a Capitano della Nazionale. È stato bellissimo. Ora inizierà una nuova parte della mia vita lavorativa ma continuerò a respirare cloro in un’altra veste"

Mercoledì 29 Settembre 2021 — 18:08

Mediagallery

Il 34enne livornese Federico Turrini, dice addio alla vasca e al nuoto agonistico. Il due volte medaglia di bronzo agli Europei, capitano e portacolori azzurro per il nuoto alle Olimpiadi di Londra nel 2012 e di Rio nel 2016, ha deciso di ritirarsi. Lo ha fatto annunciando lo stop ufficiale dall’agonismo con un post sulla sua pagina Instagram dove ha postato una serie di foto “storiche” dalla sua primissima medaglia fino ai più recenti successi. Una lunga lettera sentita ed emozionata quella affidata ai pixel del social network che vi riproponiamo integralmente qui sotto. La redazione di QuiLivorno.it ringrazia Federico Turrini per aver portato in alto con splendidi risultati e con orgoglio i colori della nostra città nelle vasche di tutto il mondo.
La lettera di addio:
“Ne è passato di tempo dalla mia prima gara(1992), un percorso di 30 anni da nuotatore agonista.
È giunto per me il momento di appendere cuffia e occhialini al chiodo. Questo bellissimo viaggio mi ha regalato esperienze indimenticabili, occasioni di crescita, gioie immense e dolori altrettanto forti. Mi ha formato come uomo, dal bambino che va in piscina per imparare a nuotare a Capitano della Nazionale. Non dimenticherò mai l’emozione della mia prima Olimpiade a Londra, che ho sempre considerato il coronamento della mia carriera. Vorrei ringraziare tutti quelli che mi sono stati vicino in questo lungo percorso, la lista è infinita e mi dimenticherò sicuramente qualcuno, ma una menzione speciale va sicuramente alla mia famiglia, a Chiara, alle società Livornesi di cui ho fatto orgogliosamente parte, ai miei amici e compagni di squadra, a tutti gli allenatori che ho avuto (Zia Ale, Ilaria, Aldo, Riccardo, Stefano, Sergio, Luca, Il Moro, Corrado, Carlo, Stefano, Alberto) al Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito del quale ho avuto l’onore di difenderne i colori per 16 stagioni. Grazie davvero a tutti! È stato bellissimo.
Ora inizierà una nuova parte della mia vita lavorativa ma continuerò a respirare cloro in un’altra veste, spero che sia bella come lo è stata la prima!”.

Riproduzione riservata ©