Cerca nel quotidiano:


Nuova Arlecchino, Matteo è tecnico abilitato per calciatori con disabilità

Il livornese Matteo Salvini, tra i fondatori nel 2009 della Nuova Arlecchino Sport è divenuto ufficialmente, dopo un corso targato Figc-Aiac, tra i primi 50 in Italia allenatori per calciatori con disabilità

Martedì 5 Aprile 2022 — 12:24

Un percorso lungo otto mesi, da marzo del 2021 a fine ottobre dello stesso anno, 120 ore di lezioni teoriche tra cui tattica, aspetti legali-legislativi, preparazione atletica, tecnica calcistica e non solo. A queste si sono poi aggiunte le ore di pratica effettuate a Coverciano. Al termine di tutto gli esami per i primissimi 50 allenatori di calciatori con disabilità che sono stati abilitati dal settore tecnico della Figc. Tra questi 50, quattro di loro sono toscani, e uno è un nostro concittadino, il livornese Matteo Salvini (nella foto principale), 44 anni, tra i fondatori nel 2009 della Nuova Arlecchino Sport, la società che si occupa di allenare e mettere in campo atleti, sia da un punto di vista di calcio integrato che non, ragazzi con disabilità. Un impegno che l’Arlecchino porta avanti da ormai 13 anni con costanza e continuità tanto da far intraprendere a Matteo questo percorso di tecnico “ufficiale” con tanto di “timbro” di Figc e Aiac (Associazione Italiana Allenatori di Calcio).
“E’ stato un percorso lungo e impegnativo – spiega Salvini a QuiLivorno.it – ma necessario per la crescita personale e professionale nei confronti dei nostri ragazzi. Da sempre impegnati in attività amatoriali, adesso siamo anche nel settore agonistico grazie alla società La 10 Livorno Asd capitanata da Igor Protti e sostenuta fortemente da Dario Ghiselli, gestore anche dell’impianto delle 5 Querce dove ci alleniamo per il calcio a 7 ogni mercoledì e venerdì dalle 18,30 alle 20″.
Matteo Salvini adesso è un tecnico riconosciuto a tutti gli effetti per calciatori con disabilità, una qualifica tra le prime rilasciate in Italia grazie a questo corso da poco conclusosi e di cui i risultati si sono conosciuti solo in questi ultimi giorni. “Il corso è stato effettuato sotto la guida di mister Marcello Mancini, allenatore professionista, consigliere Aiac e presidente Aiac onlus. Abbiamo affrontato delle lezioni anche con Calligaris per la parte della preparazione atletica e con l’avvocato Busetto del foro di Venezia per la parte legislativa e il tecnico Mario Beretta per la parte tattica legata molto più al gioco del calcio. Insomma professionisti di lungo corso che ci hanno dato le chiavi di lettura di tanti universi legati a questo sport. Colgo l’occasione per dire a chiunque si volesse unire a noi di venirci a conoscere  di persona alle 5 Querce i giorni degli allenamenti. A breve speriamo di poter iniziare di nuovo l’attività amatoriale, in parallelo a quella agonistica, che ci ha portato tanto divertimento e ci ha fatto conoscere in tutta la città e non solo”.

Riproduzione riservata ©