Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Pielle-Libertas (61-59) al cardiopalmo davanti a quasi 8mila tifosi. Chapeu Cardani: “Vittoria di Belletti”

Giovedì 8 Dicembre 2022 — 17:24

Foto del match a cura di Giulia Bellaveglia

Una cornice di pubblico da brividi. Il Modigliani Forum si riempie di tifosi mettendo a segno un record storico per una stracittadina. Il campo dà ragione alla Pielle di coach Cardani che la spunta in rimonta per due punti guadagnandosi così la vetta della classifica

di Giacomo Niccolini

Unicusano Pielle Livorno – Maurelli Group Libertas Livorno 61-59
Parziali: 17-19, 34-32, 47-46, 61-59
Clicca qui per consultare il tabellino

LIVORNO – Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano. Cantava così Antonello Venditti in una hit che infuocava le radio negli anni ’80. Proprio quegli anni dove il basket a Livorno faceva sognare, litigare e divideva di passione un’intera città tra due fazioni forti e ben distinte. Pielle da una parte, Libertas dall’altra. Questa festa dell’Immacolata, 8 dicembre 2022, verrà ricordata per tanto, tantissimo tempo. Forse per sempre.
Tutto esaurito. Doveva essere il match che riabbassava il ponte levatoio per l’ingresso alla fortezza di Basket City e così è stato. Quasi ottomila persone assiepate al Modigliani Forum per il derby tra Unicusano Pielle e Maurelli Group Libertas. Un palazzetto equamente diviso a metà tra biancoblù e amaranto. Due colori e una sola città in festa. Alla fine però la festa finale è tutta delle triglie di coach Cardani che strappano di mano il derby ai cugini della Libertas dopo essere stati sotto di sette punti a pochi minuti dal termine. La forza di crederci sempre anche quando tutto sembrava (quasi perduto). È stato un derby al cardiopalmo. E non poteva essere altrimenti. Spettacolo sugli spalti e sul parquet sin dalla prima palla a due delle 18. I tifosi hanno dato il meglio di loro facendo invidia al basket quello altolocato quello con la B maiuscola quello che si vede nelle grandi sfide di serie A o delle Coppe Europee. Niente da invidiare.
Un tifo da brividi e luccicconi che ha riportato indietro, ma anche avanti, di qualche anno. Sul campo parte forte la formazione di coach Cardani. Primo quarto dal doppio volto dove la Pielle inizia a palla (7-0) per poi essere raggiunta dalla Libertas che ribalta presto la situazione in un clima di sostanziale equilibrio per i primi dieci minuti. Finisce 17-19 la prima frazione carica di emozioni. Secondo tempino dove la Pielle accelera e si porta più volte avanti. Raggiunge il massimo vantaggio a 1’41” dal termine grazie ai due liberi di Piazza sul 32-27. Poi la Libertas reagisce e trova lo spirito per portarsi di nuovo sotto fino al 34-32 su cui si inchioda il tabellone alla fine dei primi 20 minuti di ostilità. Terzo quarto di marca Pielle dove i ragazzi di Cardani ingranano la marcia e sembrano condurre il quarto allungando e arrivando anche due volte al massimo vantaggio di +7. Ma la Libertas in chiusura del “tempino” si riporta sotto tiro e chiude sul punteggio di 47-46.
Ultimo quarto dalle mille emozioni e dalle mille palpitazioni dove prima la Libertas allunga arrivando al massimo vantaggio di +7 a circa 5 minuti dalla fine. Poi la Pielle inverte la rotta e in un finale infuocato strappa la vittoria rocambolesca per 61 a 59.
Decisivi i due tiri liberi di Lo Biondo a 17 secondi dalla sirena e l’errore di Fratto sul finale con il pallone che rimbalza per ben due volte sul ferro prima di far esplodere la festa piellina in un palazzetto infuocato.
Sugli spalti della Sud parte il coro “Sono piellino e me ne vanto”, dall’altra parte rispondo gli applausi e le bandiere amaranto che, nonostante tutto, non smettono di sventolare. Prima di spegnere le luci i Rebels cantano “Salutate la capolista”. Ed è proprio così. I biancoblù con questi due punti si portano in vetta con Vigevano a quota 20. Un gradino sotto la Libertas con 18 punti. Il campionato è ancora lunghissimo.
Ma intanto stasera è sbornia biancoblù. E brindisi di una città intera che ha ritrovato, definitivamente, un amore sopito ma mai spento.

Clicca per ascoltare le parole di coach Marco Andreazza nel dopo partita.
Da sottolineare il bellissimo gesto di coach Marco Cardani in sala stampa quando ha lasciato parlare ai microfoni il suo vice Michele Belletti attribuendo a lui di fatto questa strepitosa vittoria. Un gesto non certo banale per un coach che aveva appena vinto il derby della vita davanti a quasi 8mila persone. Felici e giustamente ubriachi di gioia Lo Biondo e Campori a fine gara davanti ai giornalisti.

Il play by play

Quarto quarto
00’01” Fratto sbaglia il tiro del possibile pareggio. Esplode la Curva Sud: è tripudio Pielle!
00’17” Lo Biondo dalla lunetta mette il primo e il secondo: 61-59
00’17” Time Out. Punteggio in parità
00’46” TRIPLA! PIAZZA pareggia i conti! 59-59
2’30” TRIPLAAA! RICCI! 56-59
2’57” Campori in lunetta. Mette il primo. E anche il secondo. Parità 56-56
4’01’ Lo Biondo TRIPLA! 54-56
4’25” Campori accorcia 51-56
5’40” TRIPLA! Fratto allunga 49-56 (massimo vantaggio Libertas)
6’35” Almansi sottomano: 49-53
6’58” Sipala dai liberi 2/2: massimo vantaggio Libertas: 47-53
7’43” Sipala allunga per la Libertas 47-51. Time out Pielle
9’45” TRIPLAAAA! Saccagi! 47-49

Terzo quarto
00’01’ Ricci in sottomano accorcia 47-46 e finisce il terzo quarto.
00’30” Bargnesi 2 punti: 47-44
1’00’ Sipala due punti 47-42
2’36” Sipala dai liberi. Sbaglia il primo. Mette il secondo: 47-40
2’57” Diouf dai liberi 1/2: 47-39
3’21” TRIPLA! Campori!!! 46-39 (massimo vantaggio)
3’42” Lucarelli in lunetta: 1/2: 43-39
4’10” Diouf in lunetta in seguito dell’antisportivo fischiato a Lucarelli. Fa 1/2: 43-48
5’32” TRIPLA Lo Biondo! 42-38!
6’34” Lenti dai liberi fa due su due: 39-38
6’53” Fantoni ancora lui 37-38
8’36” Fantoni dai liberi 2/2: 37-36
9’00’ Libertas accorcia con Lucarelli 37-34
9’10” Lo Biondo TRIPLA! 37-32

Secondo quarto
00’01’ Fallo di Lenti su Fratto. Tiri liberi per Libertas 2/2. Finisce il secondo quarto sul punteggio di 34-32
00’17” Lenti allunga 34-30
00’36” TRIPLA!!! Lucarelli 32-30
1’41” Fallo su Piazza che si guadagna la lunetta: 2/2 32-27 (massimo vantaggio Pielle)
2’07” Fallo su Forti che si guadagna la lunetta: 1/2: 30-27
2’46” Diouf rimbalzo e canestro 30-26
3’16” Fantoni dai liberi 1/2: 28-26
3’30” Rubbini: 28-25
4’22” Rubbini dalla lunetta sbaglia il primo… e mette il secondo 26-25
4’53” Diouf in contropiede dopo che la Libertas perde palla nella sua metà campo pareggia i conti 25-25
5’34” Ricci in lunetta per la Libertas ne fa 1/2
5’34 Torna in campo Fantoni per la Libertas
6’13” Saccagi 23-24
6’34” Rubbini 2/2 dai liberi 23-22
7’30” TRIPLA! Saccagi 21-22
8’07” Rubbini 2/2 dai liberi: 21-19
9’05” Graziani 19-19

Primo quarto
00’01’ Rubbini canestro e fallo: 17-19 e finisce il primo quarto
00’07’ Bargnesi dai liberi fa 2/2: 14-19
00’40” Sipala allunga: 14-17
1’20” Lucarelli appoggia a canestro: 14-15!
3’00’ Almansi TRIPLA! 14-13
3’47” Fratto mette l’aggiuntivo 11-13
3’48” Canestro e FALLO per la Libertas. Assist di  Ricci per Fratto che viene toccato mentre appoggia a canestro 11-12
4’11” Lenti dai liberi fa 2/2 e la Pielle torna avanti 11-10
5’00’ TRIPLA Libertas con Fratto 9-10
5’17” Sipala TRIPLA! La Libertas accorcia  9-7
5′ 47” Secondo fallo fischiato a Fantoni della Libertas. Andreazza lo richiama in panchina
Fantoni dai liberi fa 2/2: 9-4
Risponde la Libertas con Lucarelli 9-2
Partenza sprint della Pielle che impone nei primi due minuti un parziale netto di 7 a 0 grazie anche ad un tripla di Rubbini.

Condividi:

Riproduzione riservata ©