Cerca nel quotidiano:


Presentati Buglio, Castellano e Dubickas. Contro la Juventus U23 una maglia speciale

Presentati i centrocampisti Buglio e Castellano, oltre all'attaccante Dubickas. Il direttore sportivo Raffaele Rubino, chiusi i colpi Bueno e Bobb, ha annunciato la volontà di inserire nell'organico anche un esterno mancino

Venerdì 5 Febbraio 2021 — 12:52

di Filippo Ciapini

Mediagallery

Presente anche il sindaco Luca Salvetti che ha chiuso le porte del Comune alle presentazioni degli acquirenti. Chi vorrà dare il benvenuto alla città dovrà presentarsi con il contratto di acquisizione della società firmato

Sarà una partita speciale quella tra Juventus U23 e Livorno con gli amaranto che scenderanno in campo con una maglia brandizzata con gli sponsor di Frangerini Impresa ed Intergomma. Il kit, sfoggiato in occasione della presentazione dei nuovi acquisti amaranto Buglio, Dubickas e Castellano (presentati dopo Mazzarani, Evan’s e Blondett), è un bel segnale di vicinanza alla squadra da parte delle imprese del territorio. Lo ha sottolineato anche il sindaco Luca Salvetti: “Non è una cosa banale in questo momento, sappiamo cosa sta vivendo il Livorno e il fatto che ci siano queste cose possono fare da supporto ed apripista per chi opera in questi settori” ha detto il primo cittadino. Le maglie saranno messe all’asta e andranno in beneficenza all’associazione “Amici della Zizzi”. Ovviamente c’è stato spazio per parlare delle questioni di vendita societarie con il sindaco che ha chiuso la porta a visite di benvenuto dei nuovi acquirenti se non presenteranno un contratto di vendita firmato: “Lo dico in maniera chiara, il tempo dell’accoglienza è finito. Chi verrà dovrà aver comprato il Livorno. Da ora in poi chi vorrà presentarsi alla città dovrà presentarsi con qualcosa in mano”. Per quanto riguarda i nuovi acquisti è intervenuto il direttore sportivo Raffaele Rubino, soddisfatto di aver rinforzato il centrocampo e l’attacco con acquisti di qualità: “Abbiamo giocatori giovani, di grande qualità e sostanza. Possono dare una mano importante, e hanno già dato dimostrazione in campo. Vogliono essere protagonisti e meritano di esserlo”. L’uomo mercato amaranto ha poi aggiunto che oltre a Bueno e Bobb, è in corso la definizione di un nuovo profilo sulla corsia mancina.

Dubickas. La punta lituana ha sfiorato il gol all’esordio contro il Piacenza. Arriva dal Lecce dove, complice anche una concorrenza spietata, non ha trovato spazio. Ha ricevuto la benedizione del dragone lituano Tomas Danilevicius che, scherzando, lo ha avvertito dicendogli che se non farà bene non giocherà più nella Nazionale. “Voglio giocare sempre di più, sono una prima punta, un numero 9. Ho parlato con Danilevicius, mi ha spiegato tutto quanto, soprattutto l’importanza della piazza, mi ha detto che se non faccio bene non mi convoca più in nazionale u21” ha detto l’attaccante.

Castellano. Considerato tra i più talentuosi in circolazione, ha deciso di ripartire dalla maglia amaranto. Le sue qualità le ha già dimostrate all’esordio prendendosi in mano il centrocampo. “Meritiamo molto molto di più, ho fame di giocare. Sono un regista ma all’interno della partita credo che non si possa fare una sola cosa, c’è un momento dove far girare il pallone e un altro dove vincere i contrasti, bisogna fare tutto. Livorno parla da sola, Alessandria è una grande piazza, ma non voglio guardarmi indietro, sono voluto venire qui fortemente”.

Buglio. Già allenato dal mister Dal Canto, non ha nascosto come la vicinanza da casa e il rapporto con l’allenatore abbiamo influito sulla scelta. “Livorno ha una storia, non è l’ultima arrivata, sinceramente ci ho pensato davvero poco. Sono più un giocatore di qualità che di quantità, una mezzala. La mia condizione fisica? Mi sono sempre allenato, è vero ho giocato poco ma spero di recuperare il tempo perduto, sono venuto qui per essere un giocatore importante e non vedo l’ora di diventarlo”.

Riproduzione riservata ©