Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Rugby. Bacio perugino amaro per l’Unicusano Livorno (41-5)

Domenica 27 Novembre 2022 — 19:09

Foto gentilmente concesse dall'ufficio stampa del Rugby Livorno a cura di Alessandra Lavorenti

In classifica 5 punti per il Perugia (successo e bonus attacco; sette mete realizzate) e 0 per l’Unicusano (superato con un margine superiore alle sette lunghezze e con una meta realizzata)

ACEA RUGBY PERUGIA – UNICUSANO LIVORNO RUGBY 41-5

ACEA RUGBY PERUGIA: Levantaci (19’ pt Nataletti); Lucenti, Romei, Fialà, Bevagna L.; Hernandez, Battistacci (32’ st Bevagna F.); Gasparri (34’ st Milizia), Bernardini, Palugini (19’ st Matarazzo); Chierici (34’ st Pelliccia), Toth; Caruso (20’ st Peter Rios), Alunni Cardinali (cap.) (32’ st Calmuzzi), Nicita (32’ st D’Alba). All.: Giorgio Gabrielli.

UNICUSANO LIVORNO: Saleme (1’ st Rolla); Martinucci N., Ianda (24’ st Stiaffini), Nanni, Zannoni N.; Bartolomucci (29’ st Citi), Rossi (1’ st Meini); Basha, Scrocco, Piras (34’ st Chiti), Gragnani Giac. (cap.), Castellani (34’ st Freschi E.); Aranda (1’ st Ficarra), Bufalini, Andreotti (32’ st Mattei). All.: Marco Zaccagna.

ARBITRO: Lorenzo Bruno di Udine.

MARCATORI: nel pt (19-5) 17’ m. Chierici tr. Hernandez, 24’ m. Romei, 23’ m. Zannoni N., 33’ m. Battistacci; nel st 3’ m. Fialà, 16’ m. Lucenti, 30’ m. Hernandez, 40’ m. Lucenti tr. Romei.

NOTE: giornata fredda. Espulso per somma di gialli (15’ pt e 38’ st) Basha. In classifica 5 punti per il Perugia (successo e bonus attacco; sette mete realizzate) e 0 per l’Unicusano (superato con un margine superiore alle sette lunghezze e con una meta realizzata).

Pian di Massiano (Perugia) – Di positivo in questa ultima domenica del mese di novembre c’è solo un dato: il margine sulla zona ad alto rischio della classifica (leggi sulla penultima e sull’ultima posizione) è rimasto invariato. L’Unicusano Livorno Rugby cede in modo severo e inequivocabile – 41-5 il punteggio; sette mete a una – sul terreno del Perugia e di colpo, in graduatoria, viene scavalcato dalla stessa formazione umbra e dalla Primavera Roma – formazione destinata a scalare posizioni -. I biancoverdi scivolano all’ottavo posto, in compagnia del Civitavecchia (che in questa giornata è rimasto alla finestra). Sul terreno perugino di Pian di Massiano, i primissimi secondi di gioco, per gli ospiti, sembrano incoraggianti. Con le touche in zona d’attacco, la mischia labronica sfiora la meta del vantaggio. I locali sono concreti in difesa. Ben presto i livornesi – troppo presentuosi – si disuniscono. Il terza centro dell’Unicusano Basha (15’) rimedia un cartellino giallo e, in momentanea situazione di superiorità numerica gli umbri trovano, con il seconda linea Chierici (17’) e il centro Romei (24’) le mete che, condite da una trasformazione del valido mediano di apertura Hernandez, consentono di scavare un primo mini solco (12-0). Rientra Basha e con la bella meta in velocità di Nicola Zannoni (utilizzato nel primo tempo  all’ala e poi spostato nel ruolo di mediano di mischia), i biancoverdi sembrano poter riaprire i giochi: 12-7 al 29’. L’illusione dura pochi secondi: pesante, nell’economia della gara, la meta del mediano perugino Battistacci giunta dopo una touche in attacco. Hernandez trasforma: 19-5 all’intervallo. Zaccagna, a metà incontro , ridisegna il mosaico in campo. Vengono sostituiti anche i due argentini, l’estremo Saleme e il pilone Aranda (da questi atleti stranieri è lecito pretendere di più…). Perugia ha una marcia superiore agli avversari e al 43’, con il centro Fialà segna la quarta meta, che significa bonus-attacco in largo anticipo: 24-5. Inconsistente la reazione livornese. Il trequarti Lucenti sigla la quinta meta dei padroni di casa, per il 29-5. L’Unicusano è alle corde. I locali, impietosi, ne approfittano. Meta di rapina di Hernandez (70’) per il 34-5. Basha (proteste) rimedia il suo secondo giallo della giornata e al 77’ lascia la squadra in 14. Perugia sfrutta nuovamente l’uomo in più per allungare con la nuova meta di Lucenti, trasformata da Romei. Per l’Unicusano una brutta sconfitta (la quarta su quattro impegni affrontati lontano dal fortino amico del ‘Montano’),  Per il Perugia la terza vittoria stagionale, la prima colta con il bonus aggiuntivo.

Il quadro completo dei risultati dell’8° giornata di A, girone 3 (tra parentesi i punti in classifica): Capitolina Roma – Lazio 12-29 (0-5); Avezzano – Pesaro 25-0 (5-0); Primavera Roma – Napoli/Afragola 52-5 (5-0); Cavalieri Prato/Sesto – Villa Pamphili Roma 47-10 (5-0); Perugia – Unicusano Livorno Rugby 41-5 (5-0); riposo: Civitavecchia.
La nuova classifica (tra parentesi le partite effettivamente giocate): Lazio (7) e Capitolina (8) 35 p.; Cavalieri (7) 29; Avezzano (7) 24; Pesaro (7) e Primavera Roma (8) 16; Perugia (8) 13; Unicusano Livorno Rugby (7) e Civitavecchia (7) 12; Villa Pamphili (7) 6; Napoli/Afragola (7) 4. Al termine della stagione (22 giornate in tutto, ma ‘solo’ 20 gare per ciascuna squadra), le prime classificate di ciascun girone e la miglior seconda daranno vita ai play-off per la promozione in Top10, mentre le ultime di ciascun girone retrocederanno in C, insieme all’ultima di un triangolare (play-out) previsto tra le penultime. Domenica prossima riposo nel campionato di A. Poi l’11 dicembre l’Unicusano ospiterà i Cavalieri Prato/Sesto, formazione in piena lotta play-off.

Condividi:

Riproduzione riservata ©