Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Rugby, serie A. I biancoverdi perdono, ma strappano un punticino ad Avezzano (48-36)

Lunedì 17 Ottobre 2022 — 08:26

Foto gentilmente fornita dall'Ufficio Stampa del Livorno Rugby a cura di Alessandra Lavorenti

Sfida caratterizzata da un alto punteggio: è finita 48-36, con ben sette mete dei marsicani e cinque dei biancoverdi. Entrambe le formazioni hanno dunque colto il bonus-attacco

Isweb Avezzano Rugby vs Unicusano Livorno Rugby – 48-36 (15-15 )

Marcatori: nel p.t. 14’ m. Tomaselli tr. Bartolomucci , 21’ m. Martinucci, 30’ cp Lanciotti R., 32’ cp Saleme, 36’ m. Zavatti tr. Lanciotti R., 40’ Rettagliata; nel s.t. 4’ m. Rettagliata tr. Lanciotti R., 8’ m. Piras tr. Saleme, 11’  m. Pallotta tr. Lanciotti R., 20’ m. Rettagliata tr. Lanciotti R., 26’ m. Pallotta tr. Lanciotti R., 33’ m. Schanton, 36’ m. Basha tr. Saleme, 38’ m. Andreotti tr. Saleme.

Isweb Avezzano Rugby: Lanciotti R.; Rosa, Tinarelli, Pallotta (cap.), Georgescu; Schanton, Speranza; Rettagliata, Troiani, Ponzi; Degni, Giangregorio; Zavatti (10’ st Laguzzi), Lanciotti, Napoleone. A disp.: Mocerino, Di Roberto, Martini, Mammone, Sterpetti, Lopez, Corò. All. Troiani.

Unicusano Livorno Rugby: Saleme; Citi (34’ st Freschi), Ianda (24’ st Rossi), Nanni, Martinucci; Bartolomucci, Tomaselli; Basha, Cristiglio, Piras (14’ st Giusti); Gragnani (cap.) Castellani; Aranda (10’ st Andreotti) , Bufalini (24’ st Mattei), Ficarra. A disp.: Stiaffini, Rolla, Zannoni. All. Zaccagna.

Arbitro: Paolo Acciari di Perugia.

Cartellini: nel p.t. 12’ giallo, 18’ giallo a Zavatti, 27’ giallo a Martinucci e 40’ giallo a Piras.

Punti in classifica: 5 per l’Avezzano, 1 per l’Unicusano Livorno.

AVEZZANO – Disco rosso alle porte di L’Aquila. L’Unicusano perde allo stadio ‘Angelo Trombetta’ di Avezzano, sul campo di un’altra squadra neo-promossa e rinvia l’appuntamento con il primo successo del campionato. Sfida caratterizzata da un alto punteggio: è finita 48-36, con ben sette mete dei marsicani e cinque dei biancoverdi. Entrambe le formazioni hanno dunque colto il bonus-attacco.

Gara a lungo viaggiata sui binari dell’equilibrio, con gli attacchi a prevalere sulle difese. Cominciano con il piglio giusto gli ospiti. La meta del mediano Tomaselli trasformata dall’apertura Bartolomucci (14’) e quella dell’ala Martinucci (21’) consentono di provare una prima mini-fuga: 0-12. L’Avezzano accorcia con un piazzato dell’estremo Roberto Lanciotto (3-12 al 30’). L’Unicusano si riporta sul più 12 con il penalty dell’estremo argentino Saleme (3-15 al 32’), ma poi nel finale di tempo, due disattenzioni costano molto care. Le mete del pilone Zavatti e del terza centro Rattagliata, condite da una trasformzione di Roberto Lanciotti, permettono ai locali di acciuffare la parità, al giro di boa del confronto (15-15 all’intervallo). Ancora Rattagliata va a bersaglio (Lanciotti trasforma: 15-22 al 44’). Il terza linea biancoverde Piras, al suo rientro (era out per infortunio domenica scorsa contro la Lazio) sigla la terza meta della sua squadra. Saleme trasforma e al 48’ il tabellone indica una salomonica situazione di parità: 22-22.  Nella parte centrale della ripresa, il fatale black out dei livornesi. L’Avezzano, con cinismo, sfrutta le amnesie degli antagonisti per scavare un profondo solco. L’ala Pallotta sigla la meta-bonus (51’). Poi schiacciano oltre la fatal linea Rattagliata, ancora Pallotta e l’apertura Schanton. Lanciotti arrotonda con tre trasformazioni: al 73 l’Avezzano, sul 48-22, tocca il massimo margine ed è virtualmente certo del successo. I livornesi, con caparbietà, si portano in attacco, a caccia della meta-bonus. La preziosa quarta marcatura è firmata dal terza centro Basha (anch’egli assente con la Lazio). Saleme trasforma. Al 78’ c’è gloria anche per il giovane pilone Andreotti, al suo primo campionato di A. Con la sua meta (la quinta della squadra), trasformata da Saleme, i biancoverdi rosicchiano il ritardo, per il 48-36 finale. In classifica cinque punti a uno: bastava poco (leggi semplicemente qualche distrazione difensiva in meno) all’Unicusano per strappare anche il bonus-difesa. E in un torneo come quello in corso anche i punticini ottenuti in caso di sconfitta possono risultare preziosissimi…

Questo il quadro completo dei risultati della 3° di andata del girone 3 di serie A (tra parentesi i punti validi per la classifica): Civitavecchia – Perugia 28-15 (4-0); Pesaro – Villa Pamphili Roma 32-6 (5-0); Primavera Roma – Capitolina Roma 17-27 (0-5); Napoli/Afragola – Cavalieri Prato/Sesto 29-34 (2-5). Riposava la Lazio.

La nuova classifica: Cavalieri e Capitolina 15 p.; Lazio* e Pesaro10; Civitavecchia 8; Avezzano* 5; Villa Pamphili Roma* 4; Napoli/Afragola* 3; Unicusano Livorno 2; Perugia* e Primavera Roma* 0. *Lazio, Avezzano, Villa Pamphili, Napoli/Afragola, Perugia e Primavera Roma figurano con una partita in meno. Domenica prossima l’Unicusano ospiterà il Napoli/Afragola, in un match delicato nella lotta salvezza.

Condividi:

Riproduzione riservata ©