Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Rugby serie A. L’Unicusano Livorno centra la prima vittoria

Domenica 23 Ottobre 2022 — 20:45

FOTO DI FABIO STIAFFINI gentilmente concesse dall'ufficio stampa dell'Unicusano Rugby Livorno

Sei mete, equamente distribuite tra le due frazioni, permettono ai biancoverdi di festeggiare la prima vittoria in campionato. Un successo netto, meritato, brillante, fortemente voluto

UNICUSANO LIVORNO RUGBY – RUGBY NAPOLI AFRAGOLA 37-20

UNICUSANO LIVORNO RUGBY: Saleme; Martinucci (22’ st Zannoni N.), Nanni, Ianda, Citi (29’ st Stiaffini); Rolla (24’ st Bartolomucci), Tomaselli (33’ st Rossi); Basha, Cristiglio A., Piras (34’ st Chiti); Gragnani Giac. (cap.), Castellani; Ficarra (8’ st Aranda), Bufalini (13’ st Giusti), Andreotti. All.: Marco Zaccagna.

RUGBY NAPOLI AFRAGOLA: Balzi (15’ pt Filippone); Di Tota, Antonelli, Dolores, Errichiello; Boccazzi, Menè; Di Fusco (30’ st Timossi), Quarto (cap.), Lauro (13’ st Iazzetta); Tedeschi (13’ st Di Criscito), Peradze (13’ st Ricciardi); Notariello (dal 25’ pt al 40’ pt Guerriero), Marigliano (13’ st Guerriero), Aiello M. (13’ st Aiello G.). All.: Nicolas Patricio De Gregori.

ARBITRO:Riccardo Bonato di Padova.

MARCATORI: nel pt (17-3) 2’ m. Bufalini, 8’ m. Citi tr. Rolla, 31’ cp Boccazzi, 40’ m. Rolla; nel st 9’ m. Piras tr. Rolla, 17’ m. Martinucci, 22’ m. Antonelli, 30’ m. Basha, 33’ m. Dolores tr. Menè, 39’ cp Saleme, 40’ m. Dolores.

NOTE:espulsioni temporanee per Dolores (40’ pt), Menè (7’ st) e Bartolomucci (32’ st). In classifica 5 punti per l’Unicusano Livorno Rugby (successo e bonus-attacco; sei mete realizzate) e 0 per la Napoli Afragola (sconfitta con un margine superiore alle sette lunghezze; tre mete realizzate). 300 spettatori circa.

Livorno – Unicusano Livorno Rugby: ‘sei bellissima’. Sei mete, equamente distribuite tra le due frazioni, permettono ai biancoverdi di festeggiare la prima vittoria in campionato. Un successo netto, meritato, brillante, fortemente voluto (foto in pagina di Fabio Stiaffini gentilmente concesse dall’ufficio stampa dell’Unicusano Rugby Livorno).
I ragazzi di Marco Zaccagna, al cospetto della temibile Rugby Napoli Afragola, si sono imposti 37-20. I labronici, grazie ai 5 punti ottenuti (nessun punto per i campani, che hanno siglato ‘solo’ tre mete), effettuano un vistoso balzo in graduatoria. Gragnani e compagni sono ora solitari al sesto posto. Questo il quadro della 4° giornata di A, girone 3 (tra parentesi i punti validi per la classifica): Perugia – Primavera Roma 12-31 (0-5); Villa Pamphili Roma – Lazio 17-47 (0-5); Capitolina Roma – Civitavecchia 57-14 (5-0); Cavalieri Prato/Sesto – Avezzano 47-14 (5-0); Unicusano Livorno Rugby – Napoli Afragola 37-20 (5-0). Riposava il Pesaro. La nuova classifica:Cavalieri e Capitolina 20 p.; Lazio* 15; Pesaro* 10; Civitavecchia 8; Unicusano Livorno 7; Avezzano* e Primvaera Roma 5; Villa Pamphili Roma* 4; Napoli-Afragola* 3; Perugia* 0. *Lazio, Pesaro, Avezzano, Villa Pampholi, Napoli-Afragola e Perugia figurano con una partita in meno. Domenica prossima, Unicusano di scena a Pesaro.

Nella partita verità (leggi contro la Rugby Napoli Afragola), la squadra livornese ha risposto presente. Si è trattata di gran lunga della miglior prestazione stagionale. Zaccagna concede fiducia fin dall’inizio ai giovani piloni Andreotti (classe 2001) e Ficarra (del 2002) e manda inizialmente in panchina l’argentino Aranda. Ancora una volta titolare il trequarti centro di 18 anni (compiuti lo scorso 22 aprile) Lorenzo Nanni. Livornesi subito concreti. Con la meta di forza del valido tallonatore Bufalini, giunta al 2’, i livornesi sbloccano la situazione (5-0). Di fatto saranno poi sempre i padroni di casa a condurre nel punteggio. Al 9’ è di ottima fattura l’azione che consente all’attivo trequarti ala Citi di schiacciare vicino ai pali. L’apertura Rolla (titolare; panchina inizialmente per Bartolomucci) trasforma: 12-0. Gli ospiti provano a reagire, ma la difesa dei locali si dimostra impenetrabile. I partenopei si devono accontentare di un piazzato (12-3 al 31’). I labronici ripendono a macinare gioco e al 40’ con Rolla, sugli sviluppi di un efficace attacco tirato a sinistra, vanno nuovamente a bersaglio: 17-3 all’intervallo. I campani, in avvio di ripresa, restano temporaneamente in 13 (gialli per il centro Dolores al 40’ e per il mediano Menè al 47’). I livornesi, che più volte optano per cercare il besaglio grosso, senza cercare la più comoda via dei pali, ne approfittano. È del flanker Piras – tra i migliori in campo – la meta-bonus. La battuta veloce del terza linea ala (49’) sorprende la difesa avversaria. Marcatura condita dalla trasformazione di Rolla: 29-3 e situazione sempre più invidiabile. I biancoverdi continuano a spingere sull’acceleratore. La meta dell’ala Martinucci (acclamato dai tanti rugbisti del settore propaganda presenti sugli spalti del ‘Montano’), al 57’ permette di scavare un solco ancora più profondo: 29-3. La Rugby Napoli Afragola sigla al 65’ la prima meta della propria partita (con il centro Antonelli, 29-8). La sesta ed ultima meta dei livornesi non può non portare la firma del leader del pacchetto, l’implacabile (e implaccabile) terza centro Basha: 34-8 al 70’. Nel finale, con Bartolomucci costretto a scontare un’espulsione temporanea, c’è spazio per altre due mete dei campani (entrambe del centro Dolores, con l’aggiunta di una trasformazione di Boccazzi) e per un agevole penalty dell’estremo dei labronici, il giovane argentino Saleme. Risultato finale 37-20. Per i biancoverdi si tratta di cinque punti in classifica davvero d’oro. Un successo pesantissimo, che consente di gettare benzina sul fuoco dell’entusiasmo. Prestazione di spessore da parte di tutti i 22 elementi utilizzati nel corso del match da Zaccagna.

Condividi:

Riproduzione riservata ©