Cerca nel quotidiano:


Scherma. Budapest si tinge d’argento-Fides con Cantini

Seconda piazza per lo sciabolatore livornese Edoardo Cantini che si conferma una delle più belle realtà emergenti del panorama schermistico internazionale

sabato 05 Ottobre 2019 19:18

Mediagallery

Duecentosettantotto atleti provenienti da ogni parte d’Europa e un solo obiettivo: eccellere. E così è stato per lo schermidore Edoardo Cantini che, nella prova di selezione per gli Europei Cadetti andata in scena sulle pedane di Budapest, si è imposto come una delle più belle realtà emergenti del panorama internazionale della sciabola.
L’atleta targato Circolo Scherma Fides e allenato da uno dei migliori maestri delle pedane mondiali, e tutto di casa nostra, Nicola Zanotti (nella foto in pagina a destra insieme al suo giovane atleta e al plurimedagliato azzurro Luigi Tarantino), è riuscito a mettersi al collo una medaglia d’argento. “Un risultato spettacolare che lo scorso anno aveva ottenuto il nostro Pietro Torre – commenta Zanotti contattato da QuiLivorno.it – Ripetersi a distanza di una stagione con un’altra prestazione simile di un nostro sciabolatore non può far altro che riempirmi di gioia”. Cantini era uscito da numero uno dopo i giorni con sole tre stoccate subite. Roba da CR7 delle lame.

BHAVANI DEVI

Il livornese ha vinto tutti gli assalti con una facilità imbarazzante, nessuno ha superato i 9 punti. In finale ha perso con un avversario russo molto forte. Un vero peccato perché stava conducendo l’assalto per 8 a 6 prima che i crampi condizionassero la sua prestazione.
A coronare una giornata stellare per la sciabola targata Fides ci ha pensato anche l’atleta indiana Bhavani Devi, allenata sempre dal maestro Zanotti, che salta sul gradino più basso del podio mettendosi al collo un bronzo di prestigio nella gara satellite di Reykjavik.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.