Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Scherma, Lombardi è campione d’Italia Under 20

Domenica 29 Maggio 2022 — 21:46

Nella sciabola maschile 3° posto e medaglia di bronzo per Pietro Torre, una bella gara di Pietro che si conferma ancora una volta tra i big della sua categoria (foto Trifiletti)

Giulio Lombardi mette la ciliegina sulla torta di una stagione Fantastica che culmina con il titolo tricolore (foto in pagina di Andrea Trifiletti). Subito tutte vittorie nel girone e una vittoria dopo l’altra lo portano alla finalissima, dove con il punteggio di 15-11 sconfigge Giuseppe Franzoni. Giulio conclude il suo percorso nell’Under 20 come meglio non poteva dimostrando come nel resto della stagione di essere il più forte.
Top 16 per Gregorio Isolani un buon girone e la prima diretta vinta contro il compagno di sala Sardelli consento l’accesso ai primi 16. Nell’assalto valido per un posto nella finale ad non riesce a superare Di Veroli.
Stop nei 32 per Elia Sardelli, un peccato per il derby contro l’amico/compagno di sala Gregorio Isolani che sbarra la porta per il turno successivo.
32 anche per Gabriel Giardinelli che dopo aver superato la prima diretta, non riesce per poche stoccate a ripetersi contro Bonato.
Più indietro Riccardo e Gregorio Palmerini che non sono riusciti ad esprimersi al meglio nella giornata di oggi.
Nella sciabola maschile 3° posto e medaglia di bronzo per Pietro Torre, una bella gara di Pietro che si conferma ancora una volta tra i big della sua categoria.
Un po’ di rammarico per la semifinale alla portata, terminata sul punteggio di 15-12.
Conclude così il proprio percorso nella categoria Under 20, dove ha saputo dimostrare il proprio valore sia in campo nazionale che in campo Internazionale, da domani ha iniziato un nuovo percorso.
Top 16 ad un soffio dalla finale ad 8 Edoardo Cantini (Carabinieri) che dopo un girone non perfetto, supera la prima prima diretta, nel match successivo non riesce a superare Ottaviani che nega la strada verso la medaglia.
Si conclude nei 32 la gara di Cosimo Bertini sconfitto per una manciata di stoccate da Veccia-Scavalli per l’accesso ai 16 un vero peccato per un assalto alla portata di Cosimo.
Più indietro Filippo Picchi e Umberto Ribaudo che non sono riusciti ad esprimersi al meglio nella competizione dei più grandi.

Condividi:

Riproduzione riservata ©