Cerca nel quotidiano:


Sport Management sbarca in città con le piscine Camalich e La Bastia

La società veronese si è recentemente aggiudicata la conduzione – tramite la controllata Officina dello Sport – delle piscine Camalich-Neri e La Bastia-Rosi

martedì 17 Settembre 2019 16:36

Mediagallery

Si consolida sempre di più la posizione di Sport Management nell’élite della gestione di impianti sportivi natatori: la società veronese, infatti, si è recentemente aggiudicata la conduzione – tramite la controllata Officina dello Sport – delle piscine Camalich-Neri e La Bastia-Rosi. Con queste due nuove strutture, che entrano a far parte della grande famiglia della società con sede a Verona, sale a quota 45 il numero totale di impianti gestiti direttamente dall’azienda del presidente Sergio Tosi e dalle sue controllate (che in Toscana guidano anche le piscine di Massa e di Rosignano Marittimo).

Piscina “Camalich – Neri” – La piscina è in via Salvador Allende, 7 a Livorno ed è composta da tre vasca coperte rispettivamente da 50 metri, 25 metri e una ulteriore vasca ludica da 25 metri. Le due piscine principali sono vasche utilizzate per le attività dei nuotatori o per l’addestramento alla pallanuoto, nuoto sincronizzato e all’acquagym mentre la vasca più piccola è invece dedicata all’attività dei bambini e ai corsi di fitness in acqua.  Completano la struttura una tribuna spettatori e una palestra fitness.

Piscina “La Bastia- Rosi” – La struttura si trova in via Mastacchi, 188 a Livorno ed è composta da una vasca coperta di 33 metri solitamente suddivisa in due tramite un pontone mobile. Una parte va così a formare una vasca da 25 metri è utilizzata dai nuotatori e per le attività classiche di questo tipo di strutture quali attività agonistiche, pallanuoto acquagym. La vasca più piccola (7 metri per 20) è invece utilizzata per l’attività e i corsi dei bambini e del fitness in acqua.

Da oggi le due piscine funzionano regolarmente con l’avvio di tutte le attività proposte negli impianti che saranno diretti dal capo area Massimiliano Benedetti. All’interno delle strutture saranno inoltre presenti le principali attività sportive della società quali: nuoto (agonistico e non), pallanuoto, nuoto sincronizzato, triathlon, aquafitness e corsi di fitness in genere.

Sport Management Spa, come si legge nel comunicato stampa di presentazione della società stessa, è leader in Italia nella gestione di strutture sportive pubbliche. La società è stata fondata a Verona nel 1987 ed è divenuta società per azioni nel 2010. Attualmente gestisce 45 centri in tutta Italia che contano circa 10 milioni di passaggi annui registrati. Il raggio d’azione della società spazia tra le seguenti regioni: Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Liguria, Toscana, Puglia e Emilia Romagna. Forte della professionalità e dell’esperienza maturate in 30 anni di attività e della garanzia della certificazione per la qualità, Sport Management si propone di offrire agli utenti che affollano i propri centri servizi sempre all’avanguardia. Il core business della società è rappresentato dalle piscine coperte e scoperte, dai parchi acquatici ai quali si aggiungono le palestre fitness, i palazzetti, i campi da tennis e di calcio a cinque e i centri benessere.L’acqua rappresenta quindi per Sport Management l’elemento naturale per il raggiungimento del benessere psicofisico attraverso la pratica fisica e sportiva.

Sergio Tosi, presidente Sport Management: “Sono e siamo molto soddisfatti di aver avuto la possibilità di ampliare il numero di strutture gestite in Toscana dalla nostra azienda. A Livorno cercheremo di replicare il nostro format gestionale per offrire un servizio all’altezza delle aspettative dei cittadini e di quanti vorranno provare corsi e servizi targati Sport Management. Nelle strutture inizieremo ad attivare tutte la serie completa di attività agonistiche, didattiche e sportive che caratterizzano il modo di fare gestione d’impianti da parte di Sport Management. Il tutto con la massima competenza e disponibilità, come da sempre. La mia speranza personale poi – continua Tosi – è quella di poter portare a Livorno la grande pallanuoto e magari cercare di giocare qualche partita del campionato di serie A1 maschile con la nostra Banco BPM Sport Management Pallanuoto alla piscina Camalich nella  vasca da 50 metri”. Tosi fa riferimento alla squadra di Busto Arsizio, in provincia di Varese, che l’anno scorso era arrivata fino alle Final Eight di Len Champions League e che annovera tra le sue fila due freschi campioni del mondo di pallanuoto come Gianmarco Nicosia e Vincenzo Dolce.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.