Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Tre medaglie per il Canottaggio VVF Tomei, agli Italiani di Pararowing

Martedì 14 Giugno 2022 — 13:04

Una domenica da ricordare per il canottaggio livornese targato VVF Tomei ai Campionati Italiani Pararowing – Fisdir  che ha concluso le regate con una medaglia d’oro e due medaglie d’argento

Una domenica da ricordare per il canottaggio livornese targato VVF Tomei ai Campionati Italiani Pararowing – Fisdir  che ha concluso le regate con una medaglia d’oro e due medaglie d’argento. E’ stato un primo approccio al mondo pararowing che, per i programmi del Gruppo Sportivo, cercherà di svilupparsi soprattutto con l’acquisizione di attrezzature dedicate e consentire, così, ad altri atleti, per ora in “panchina”, di poter migliorare le proprie abilità nel canottaggio. I progetti della società ci sono: aprirsi al mondo della scuola e proseguire nella preziosa collaborazione con l’associazione Sportlandia per costruire una attività di base e di integrazione solida a favore della disabilità intellettiva.  Del resto il canottaggio si  sta rivelando un potente strumento di integrazione e di promozione della salute in quanto allena tutti i gruppi muscolari, migliora la resistenza e libera dall’ansia. È infatti considerato uno degli sport più completi, sviluppa il coordinamento corporeo e il coordinamento con l’altro nelle barche multiple  porta importanti benefici a livello psicologico. La medaglia d’ oro è arrivata nel quattro con gig maschile misto VVF Tomei  / Flora composto da Francesco Aglio, Paolo Maria Maggi, Tommaso Gaboardi, Giacomo Oliviero, Tim. Ronny Ariberti. L’argento è arrivato dal pioniere livornese del canottaggio pararowing  Ahamed Hmoudi,  meglio conosciuto come Said,  giunto secondo in una importante finale di singolo, disciplina ostica per le necessarie doti di equilibrio, che lo vedeva concorrere con i migliori atleti italiani. Altro argento è arrivato sempre da Hmoudi in coppia con Taissia Impemba nel doppio targato VVF Tomei / Armida. Questi risultati, che fanno ben sperare per il futuro agonistico di queste categorie, non sono altro che la punta di un iceberg di un lavoro di base svolto con tanti atleti e volontari che durante l’anno si dedicano a queste attività e che oltre a raggiungere significativi risultati agonistici, si distinguono soprattutto per il lavoro di inclusione sociale.  Intanto in virtù di una selezione al rem ergometro,  e anche di questi risultati, è giunta la notizia che Said Hmoudi e stato convocato nella squadra azzurra che rappresenterà l’Italia ai Virtus European Regional Games a Cracovia in Polonia.

In riferimento al campionato Italiano assoluto svolto negli stessi giorni rimane da citare l’equipaggio del doppio juniores composto da Alberto Magagnini e Jacopo Giusti e dal singolista senior Edoardo Benini che,  dopo una agguerrita selezione, si sono fermati alle rispettive semifinali.

Condividi:

Riproduzione riservata ©