Cerca nel quotidiano:

Condividi:

US Livorno 1915, i quattro nuovi acquisti: “Società ambiziosa, faremo un grande percorso”

Venerdì 28 Gennaio 2022 — 17:22

La società amaranto ha presentato il ritorno del capitano Andrea Luci, i difensori Michele Russo e Antonio Panebianco, e l'esterno offensivo Lorenzo Petronelli

di Filippo Ciapini

Finalmente si torna a respirare l’amaranto dopo oltre un mese tra stop dei campionati e sosta invernale. L’US Livorno 1915 ha infatti deciso di far conoscere alla città i quattro nuovi acquisti (foto Amore Bianco).
A fare gli onori di casa è il presidente onorario Enrico Fernandez Affricano: “Questi giocatori sono un successo della società, i ragazzi sono carichi e intenzionati ad andare avanti con tanta forza – ha detto – Come dirigenza stiamo poi cercando di organizzare il 107esimo compleanno”. Tra i piani sembra esserci l’allestimento di una mostra di quattro giorni al Parco Levante con tantissime maglie, storiche e non, della storia dell’US Livorno. Tornando agli acquisti, gran merito va al direttore sportivo Raffaele Pinzani che ha portato in amaranto quattro nomi di un certo peso: “La squadra era già competitiva, noi volevamo supportarla a livello numerico soprattutto nel parco quote – ha sottolineato – Siamo molto soddisfatti di aver apportato queste operazioni estremamente importanti”. Dal capitano Andrea Luci fino a Michele Russo passando per Antonio Panebianco (che ha già giocato contro Ponsacco, Tuttocuoio e Castelfiorentino) e Lorenzo Petronelli. Un centrocampista, un difensore centrale, un terzino e un esterno d’attacco. Ecco le parole dei protagonisti. Prima però quelle di Igor Protti che ha accolto così i ragazzi, in particolare Luci: “Questa è una squadra già molto competitiva, ma non si vuole lasciare niente al caso. I nomi parlano chiaro – ha detto il club manager – Sono di una professionalità straordinaria. Su Andrea dico solo che è nostro figlio, la cosa strana è che non fosse già qui con noi. Ogni anno per me migliora come giocatore, è una cosa incredibile”.

Andrea Luci: “Livorno è sempre stato il mio desiderio, sono legato alla città e volevo finire qua la mia carriera. Per me non c’è stato alcuno stacco con questa maglia, anche se non speravo nella retrocessione forse è stata un bene perché siamo ripartiti e si respira un ambiente davvero diverso. I campionati poi ovviamente non si vincono con i nomi, ma con l’umiltà in campo. Il record di Lessi? Ovviamente è un obiettivo che spero di battere”.

Michele Russo: “Un progetto davvero stimolante che mi ha dato grande entusiasmo. Non mi interessa la categoria, ho estrema fiducia nella società che mi fa già pensare a un grande percorso anche nel futuro. Mi aspetto di vincere tutte le partite, ho respirato tanta ambizione e soprattutto un grande spessore umano, che è quello che conta”.

Antonio Panebianco: “Ho avuto la fortuna di esordire già con questa maglia ed è stata un’esperienza bellissima, soprattutto per la tifoseria. Nello spogliatoio ci sto bene, ci sono i grandi che ti danno consigli e questo mi aiuta a crescere dal punto di vista umano e calcistico”.

Lorenzo Petronelli: “Buglio mi sta dando tanto, mi spinge a trovare il mio 100%. Il 4-2-3-1 è un modulo amico e allenarsi con i campioni è una grande cosa. La primavera è un calcio ancora acerbo mentre qui si inizia con quello vero, lo capisci quotidianamente che è arrivato il momento di giocare veramente”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©