Cerca nel quotidiano:


La Nostra Livorno non può essere questo. Propongo una camminata di Pace

La proposta di un lettore: "Sindaco, chiamiamola “5 km di pace: dalla Terrazza ai Tre Ponti e si torna indietro camminando soltanto con bandiere di pace. Non sappiamo rapportarci a questi eventi violenti e non li vogliamo"

Venerdì 17 Settembre 2021 — 11:09

Mediagallery

Scrivo, in seguito ai fatti di via Buontalenti e dopo le parole del sindaco Luca Salvetti al Tg1, perché sono molto preoccupato per quanto accaduto. Il temine giusto è spaventato non preoccupato. La Nostra Livorno non può essere questo, nella Nostra Livorno non deve accadere questo. Non voglio pensare a cosa poteva succedere di peggio (anche se quello che è successo è già molto), abbiamo in nostri figli in giro non ci voglio pensare. Noi siamo Livorno, Noi siamo la città che non ha avuto i ghetti, Noi siamo una città inclusiva, Noi siamo una città pacifica, Noi siamo una città festosa, Noi siamo una città di brava gente. Non possiamo pensare che accadano queste cose e non dobbiamo pensare che la colpa sia dello straniero e chiuderla li con la solita frase sull’immigrazione tollerata perché sappiamo tutti che queste brutte storie purtroppo accadono in città italiane e anche tra bande di italiani. Ma abbiamo paura, paura, paura; non sappiamo rapportarci a questi eventi e non vogliamo questi eventi. La violenza è sbagliata sempre e comunque. Facciamoci per favore promotori di un contatto con il Comune per organizzare a stretto giro una marcia di pace, silenziosa, senza slogan politici, una lunga camminata di riflessione e unione nella tristezza di questa bruttissima pagina, per urlare con il nostro silenzio che non vogliamo questo. Abbiamo recentemente corso (per chi l’ha corsa) la Laviosa, bene facciamo una camminata simile (chiamiamola “5 KM DI PACE”). Chiediamo di chiudere il viale Italia, si parte dalla Terrazza Mascagni, si cammina fino ai Tre Ponti e ritorno camminando per strada e solo e soltanto con bandiere di pace. Non lasciamo che sia un inizio di una serie di fatti di cronaca simili facciamo capire che noi quella roba li non la vogliamo. Io ci sono.

Domenico

Riproduzione riservata ©