Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Dal 20 aprile mascherine gratis in farmacie e supermercati. Ecco dove ritirarle

Lunedì 20 Aprile 2020 — 00:30

Grazie all’accordo tra Regione Toscana e Federfarma Toscana e Cispel Toscana e fra Regione Toscana e GDO (grande distribuzione organizzata) ogni cittadino potrà ritirare fino a 30 mascherine al mese. Il governatore Rossi: "Ora il nostro impegno prosegue su tutti i fronti, su quello sanitario e su quello economico delle riaperture"

Attraverso le farmacie convenzionate, pubbliche e private, e fuori dai supermercati ogni cittadino potrà ritirare una confezione da cinque mascherine per un numero di trenta mascherine al mese

Da lunedì 20 aprile prenderà il via la distribuzione gratuita di mascherine per tutti i cittadini presso 1150 farmacie e 230 supermercati della Toscana (clicca qui per leggere l’elenco dei supermercati di Livorno e provincia dove è possibile ritirarle. Nella città di Livorno il prelievo sarà poi previsto in TUTTE le farmacie ).
Le mascherine (foto d’archivio) in distribuzione saranno quelle in tessuto non tessuto, prodotte in Toscana grazie al neonato “distretto delle protezioni” capace di garantire una produzione da 1 milione di pezzi ogni giorno, e quelle chirurgiche standard acquistate da Estar nelle ultime settimane, 500 mila al giorno. A regime, la disponibilità quotidiana sarà di 1,5 milioni di mascherine. In totale ogni cittadino livornese potrà avere 30 mascherine al mese dal momento che le confezioni, che potranno essere ritirate massimo sei volte, ne contengono cinque. Per il mese di aprile, salvo differenti disposizioni, è previsto un solo ritiro.
Da lunedì 20 entrerà in vigore anche l’obbligo di indossarle, secondo ordinanza del Governatore Rossi, anche a Livorno. Multe fino a 400 euro per chi non rispetterà l’obbligo (clicca qui per tutte le info).
Dopo una prima fornitura di oltre 8 milioni di mascherine avvenuta con la collaborazione dei Comuni e dopo l’accordo quadro con le rappresentanze dei laboratori privati per l’effettuazione dei test sierologici, sul fronte mascherine la Regione Toscana ha elaborato un ulteriore processo di distribuzione. Sono stati chiusi due accordi. Il primo con Federfarma Toscana e Cispel Toscana. Il secondo con le aziende della Grande distribuzione organizzata: Coop Il Tirreno, Coop Firenze, Federdistribuzione, Conad, Esselunga, Lidl e Carrefour. Entrambi gli accordi sono validi per 30 giorni e prevedono la possibilità di proroga.

Il governatore Enrico Rossi – “Abbiamo già distribuito, grazie all’impegno straordinario dei Comuni e dei volontari, oltre 8 milioni di mascherine ai nostri concittadini. Da lunedì – afferma il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi – consegneremo quotidianamente a tutti e gratuitamente un milione e mezzo di questi dispositivi di tutela primaria della salute”. “Colgo l’occasione – prosegue il presidente – per ringraziare tutti i farmacisti per il loro lavoro e per il grande impegno in questo periodo. Ringrazio anche la grande distribuzione toscana che si è resa disponibile a darci gli spazi e gli operatori del sistema sanitario regionale che saranno a stretto contatto con i cittadini per la consegna delle mascherine e per le informazioni più adeguate”. “Ora – sottolinea Rossi – il nostro impegno prosegue su tutti i fronti, su quello sanitario e su quello economico delle riaperture. A noi, oltre al quando, interessa soprattutto definire come. La risposta è in sicurezza per i lavoratori e per tutti i cittadini”. Il presidente Rossi rivolge anche un appello: “Invito i cittadini a mettersi in fila in modo ordinato e a distanza di sicurezza per evitare inutili e pericolosi assembramenti. Abbiamo mascherine per tutti e ognuno le riceverà gratuitamente, come è giusto che sia per un presidio che consideriamo di prevenzione primaria. A distribuire i dispositivi sarà personale adeguatamente formato che darà ai cittadini anche tutte le informazioni sul loro corretto utilizzo”.

Le modalità di consegna in farmacia – Il sistema informativo del Servizio sanitario regionale genererà, fornendolo alle 1150 farmacie pubbliche e private, una ricetta individuale mensile dematerializzata per ogni cittadino. Ciascuno, munito della tessera sanitaria o di quella del proprio codice fiscale, si recherà in una farmacia a sua scelta e, attraverso la lettura della tessera, accederà alla ricetta dematerializzata e riceverà le mascherine. Ogni cittadino potrà ritirare una confezione da 5 mascherine alla volta per un totale da 30 mascherine al mese.

Le modalità di consegna nei supermercati – Grazie all’accordo tra Regione Toscana e Gdo, ogni cittadino potrà ritirare una confezione da 5 mascherine in uno dei 230 punti vendita di Coop, Conad e Lidl. La consegna avverrà in appositi spazi, all’interno o all’esterno degli stessi punti vendita, dove sarà possibile rispettare le distanze di sicurezza, da parte di dipendenti del Servizio Sanitario Regionale. Gli addetti forniranno anche tutte le informazioni utili per il corretto utilizzo dei dispositivi. Negli orari di apertura dei punti vendita, le postazioni per la distribuzione saranno attive dalle 9 alle 16.

Condividi:

Riproduzione riservata ©