Cerca nel quotidiano:


La “Sorellanza Digitale” di Darya Majidi sbarca su “D” di Repubblica

Dopo essersi conquistata di diritto lo scorso agosto le pagine della rivista come una delle "100 donne in grado di cambiare il mondo" Darya Majidi, creatrice del gruppo Daxo Group, torna alla ribalta sulle patinate di "D" grazie alla sua seconda fatica letteraria che racchiude l'abecedario per una rivoluzione digitale al femminile

Sabato 28 Novembre 2020 — 16:57

di Giacomo Niccolini

Mediagallery

la giornalista Nicla Panciera invita, tramite le parole di Darya Majidi, ad alzare lo sguardo verso i nuovi orizzonti digitali invitando in primis le donne: "Attenzione - si legge - è finito il tempo in cui fare Eva contro Eva, applaudiamo chi ce la fa"

A quasi due mesi di distanza dalla presentazione ufficiale “Sorellanza Digitale”, il secondo libro dell’imprenditrice livornese Darya Majidi, sbarca sulle pagine di “D” di Repubblica, il settimanale nato come allegato al quotidiano fondato da Eugenio Scalfari nel 1976 ma con il tempo, di fatto, diventato il magazine di riferimento per il mondo femminile.
Ed è proprio a quella parte di mondo, quella che un tempo veniva definita “in rosa“, ma che adesso assurge e scollina grazie ad una maieutica indipendente e razionalmente emancipata e cammina fiera a testa alta, che si rivolge l’ex assessora comunale all’Innovazione del Comune di Livorno.
Dopo essersi conquistata di diritto lo scorso agosto le pagine della rivista come una delle “100 donne in grado di cambiare il mondo” (leggi qui) Darya Majidi, creatrice e deus ex machina del gruppo Daxo Group, torna alla ribalta sulle patinate di “D” grazie alla sua seconda fatica letteraria che racchiude l’abecedario per una rivoluzione digitale al femminile dove le parole d’ordine sono: tecnologia e innovazione, sviluppo, leadership e inclusione con il mondo maschile. Un femminismo ultra moderno che unisce e costruisce, analizza e risolve, e non che divide, un femminismo digitale che, proprio grazie alle nuove tecnologie, favorisce l’imprenditoria e la facoltà di raggiungere risultati prima resi impossibili proprio dalle mancanze di ponti informatici e digitali. Un ampio articolo dove la giornalista Nicla Panciera invita, tramite le parole di Darya Majidi, ad alzare lo sguardo verso i nuovi orizzonti digitali invitando in primis le donne: “Attenzione – si legge – è finito il tempo in cui fare Eva contro Eva, applaudiamo chi ce la fa. Le più privilegiate e istruite devono aiutare le altre”.

Riproduzione riservata ©