Cerca nel quotidiano:


Riparti Livorno! Salvetti illustra la fase 2 dei livornesi

Dalla riapertura di cimiteri e tre parchi, all'asporto; dalla riapertura dei cantieri pubblici, all'abolizione della tassa di soggiorno; dallo slittamento Tari all'ampliamento gratuito del suolo pubblico, fino ad un piano da 400 milioni di investimenti in 4 anni. "E' il nostro piano Marshall"

Sabato 2 Maggio 2020 — 09:00

Mediagallery

E sugli stabilimenti balneari: "Dovremo essere intelligenti, a livello regionale, per capire che Versilia e Tirrenia hanno delle esigenze e gli stabilimenti balneari di Livorno ne hanno altre. Tutte le risorse a disposizione andranno nel tessuto economico della città. Sotto al materasso non lasceremo niente"

Riparti, Livorno! Con questo invito e auspicio il sindaco ha spiegato il 2 maggio in conferenza stampa, trasmessa in diretta Fb da QuiLivorno.it, quello che dal 4 maggio potranno fare i livornesi e le misure per il rilancio economico della città, rilancio che vale 8 milioni di euro a cui si aggiungono i 400 milioni di euro di investimenti in 4 anni di cui vi parliamo qui sotto (foto Amore Bianco, qui sotto e nel link al pdf in fondo all’articolo trovate una sorta di mappa delle cose che sarà possibile fare da questa data e delle misure prese). Nel dettaglio: dalla vendita di asporto di bevande e cibi, alla riapertura di tre parchi e dei cimiteri. “Quella dei cimiteri è una ordinanza significativa, stare 50 giorni senza portare un saluto al proprio caro è un peso enorme e appena ci è stata data la possibilità li abbiamo riaperti”. Ripartono, poi, i cantieri dei lavori pubblici (“Il cantiere di via Gobetti, una mia fissazione, partirà entro maggio”), le gare e gli appalti del Comune. E, ancora, sono stati ricordati i 4 milioni per la riduzione della Tari, la cancellazione di una quota variabile della Tari riservata agli esercizi rimasti chiusi in questo periodo e lo slittamento, per tutti, della rata Tari a settembre. Proseguendo nelle iniziative prese per il rilancio economico della città ci saranno: la possibilità di ampliamento gratuito del suolo pubblico, l’abolizione della tassa di soggiorno dal 1 maggio al 31 dicembre 2020 (“Chi potrà fare un po’ di vacanza, se si potrà fare, qui sarà ben accetto. Voglio pensare che per i Toscani, quest’anno Livorno possa diventare la vacanza da sogno“), rifacimento di via Grande, nuovo ospedale, e infine il sindaco ha annunciato un piano straordinario da 400 milioni di euro di investimenti in 4 anni in opere pubbliche.”E’ il nostro piano Marshall”.
E cosa comprende nello specifico? Il piano straordinario da 400 milioni di euro di investimenti si snoda su questi punti: 1) Rifacimento di via Grande, “per il quale l’iter – ha assicurato il sindaco – sarà il più rapido possibile”. 2) Nuovo Ospedale: porterà 245 milioni sul tessuto cittadino. 3) A metà maggio ripartono le gare e gli appalti, “e la speranza è che il Governo dia la possibilità di semplificare gli iter burocratici come ad esempio ha fatto per il Ponte Morandi, in modo che arrivino subito soldi sui territori, a imprese, lavoratori, famiglie”. 4) Dal 4 maggio ripartono i cantieri già programmati per i lavori pubblici, rimasti bloccati dal lockdown.
“Lo voglio dire – ha aggiunto Salvetti – Tutto quello che riusciamo a svincolare, anche con l’aiuto del Governo, lo prendiamo e lo immettiamo nel tessuto economico della città. Sotto al materasso non ci lasciamo niente. In questo senso aspettiamo anche noi il decreto Cura Comuni. Al tempo stesso chiedo che ci venga data la possibilità di fare quanto fatto per la ricostruzione del ponte Morandi dando cioè alle imprese la possibilità di interventi subito, senza attendere mesi per poter ottemperare a tutte le richieste burocratiche che un Comune deve richiedere alle ditte in questi casi”.

Stabilimenti balneari, negozi, barche, surf e nuoto – “Sugli stabilimenti balneari dovremo essere intelligenti, a livello regionale, per capire che Versilia e Tirrenia hanno delle esigenze e gli stabilimenti balneari di Livorno ne hanno altre. Vedremo. Intanto, ricordo che in quanto attività motoria si può nuotare, uscire dall’acqua e tornare a casa. Per andare a nuotare, ad oggi, ricordo però che non è consentito andarci usando mezzi pubblici o privati ma a piedi o in bici. Sui negozi e parrucchieri dico alla Regione, al Governo, è possibile anticipare la riapertura del 18 maggio? Non dipende dal sottoscritto. Vedremo cosa deciderà la Regione. In barca? Al momento no. Surf? Per come interpreto io la legge penso non ci siano problemi in quanto, come il nuoto, rientra nelle attività motorie e fisiche da fare a distanza e in sicurezza. Anche perché  è uno sport che garantisce il distanziamento: due tavole a meno di un metro rischiano di scontrarsi e farsi male, dunque la distanza è sicura. Anche in questo caso per me sì, il surf si può fare, ma non dipendendo dal sindaco dobbiamo chiedere e insistere per capire se in Toscana si può partire con l’attività prima che altrove”.

Centri estivi – “Su questo sta facendo un lavoro importante la vice sindaco Mannucci. E’ naturale che i centri estivi saranno di diverso tipo e diverse caratteristiche. Dobbiamo innanzitutto pensare prima a quelli comunali e possibilmente ampliarli con altro personale e poi dovremmo far valutare con grande attenzione i progetti dei soggetti privati che vogliono fare i centri estivi. Qui si aprirà anche il tema del controllo e su questo punto voglio andarci molto cauto perché se faccio uscire dei bambini e li metto in un luogo per fare un centro estivo io devo avere l’assoluta certezza che sono al sicuro e protetti. Se questa certezza non ci sarà il centro estivo non si potrà fare. E in quest’ottica partiranno molti controlli”.

Sport – “Quali sono gli sport che possono ripartire? Il tennis ad esempio può ripartire dal 4 maggio, secondo quanto riportato dai decreti governativi. Chiaro che i circoli di tennis dovranno prestare attenzione a tutte le norme igienico sanitarie previste e necessarie per ripartire. Gli sport di squadra al momento ancora no. E tra questi ci sono anche le nostre gare remiere”.

Sociale – Per quanto riguarda il settore del sociale, l’assessore Raspanti ha ricordato che l’impegno del Comune dall’inizio dell’emergenza è stato straordinario. Oltre ai buoni spesa su fondi governativi distribuiti in tempi rapidissimi attraverso un vero “percorso di accompagnamento” delle persone, sono stati realizzati con risorse comunali 700 pacchi alimentari, consegnati dalle associazioni che operano in accordo col Comune. A questo si aggiungono, nella manovra “Riparti Livorno”, ulteriori 300mila euro. “Fortunatamente – dichiara Raspanti- nel bilancio previsionale avevamo già previsto 142.000 euro per il potenziamento e in alcuni casi la ricostituzione di alcuni capitoli, come quello dei contributi economici straordinari, degli aiuti per anziani fragili, dei prodotti per la prima infanzia. Questo ci ha permesso di essere immediatamente operativi nell’emergenza e di poter assistere persone che altrimenti sarebbero rimaste escluse dai buoni spesa. In attesa dei provvedimenti del Governo sul reddito di emergenza e l’ampliamento della platea dei beneficiari del reddito di cittadinanza, grazie al nuovo disciplinare approvato e con i maggiori stanziamenti annunciati oggi, potremo continuare a intervenire in risposta ai bisogni più urgenti e realizzare nuove azioni di sostegno alle famiglie”.

Disabilità e non autosufficienza – Oltre a questo, il Comune è al lavoro per la riorganizzazione dei servizi rivolti alla disabilità e alla non autosufficienza. “Alla luce delle indicazioni della Regione Toscana, siamo al lavoro, insieme alla Asl con cui prosegue il proficuo confronto avviato, per riattivate gradualmente attività e servizi rivolti alle persone con disabilità. Delle loro grandi difficoltà in questo frangente si è parlato troppo poco a livello nazionale nel corso dell’emergenza, occorre trovare modi efficaci di ripartire in sicurezza perché le famiglie sono state lasciate troppo sole in questi due mesi, con un carico eccessivo sulle spalle. Abbiamo intenzione di dare concreti segnali di attenzione al tema, riprendendo attività e progetti sospesi e intervenendo al più presto sui costi dei servizi domiciliari”.

I livornesi si stanno comportando bene – “Il 1 maggio ho girato Livorno dalle 9,30 alle 17,30 e ho visto una cosa: tutti con la mascherina e distanziati. Tanti a piedi, molti in bicicletta. Come ha detto qualcuno sembrava di stare in Olanda. Devo dire che era un bel vedere. Macchine zero o comunque poche. Noi livornesi ci stiamo comportando bene. Poi è chiaro: c’è sempre qualcuno che vuole fare come gli pare. Ma sta nel gioco. Detto questo, ripeto, faccio i miei complimenti a tutta la città per come sta rispettando le regole. E se guardo i numeri aggiungo: Livorno è la migliore città in Toscana nel rapporto positivi popolazione. Sto pensando a delle giornate da istituire per far vivere la città così”.

Riproduzione riservata ©

42 commenti

 
  1. # Luca

    E io invece faccio i complimenti al Sindaco Salvetti ( che non votai).
    Continui cosi’ , Signor Sindaco , e SICURAMENTE avra’ il mio voto se avremo la fortuna che Lei si ricandidi per un secondo mandato .La Sua area politica di riferimento e’ molto diversa dalla mia .
    Ma di fronte ad onesta’ ,capacita’ , intelligenza e coraggio levareevdi riferimento vadano pure a fare un giro .Forse e’ una delle tante lezioni che questa situazione emergenziale sta dando .E sono covinto , Signor Sindaco , che se ognuno di noi dara’ il meglio di se’ , come noi Italiani abbiamo fatto tante volte nella nostra storia ( purtroppo troppe volte solo quando siamo stati messi con le spalle al muro dalle circostanze ) , ripartiremo ALLA GRANDE .E in quanto a noi LIVORNESI sto piangendo adesso ,mentre sto ricordando i bimbi sfatti dalla fatica a spalare fianco a fianco coi ragazzi della Folgore , o i ringraziamenti e la gentilezza della volontaria della Misericordia cui portai dei pacchi per la loro mensa e per chi aveva bisogno .
    Bimbi , nei prossimi mesi bisogna fare cosi’ , le lacrime quando siamo chiusi in casa a pensare , e dimorta ghigna dura ( nel senso di aiutare , con efficienza e determinazione , cercando di lasciare da parte sentimentalismi e pietismi che purtroppo possono diventare un ostacolo quando bisognera’ aiutarcintra noi ed aiutare soprattuttoni piu’ sfortunati di noi ) .A ghigna dura , senza tanti discorsi , come nei giorni dell’ alluvione .
    Io intanto ho smesso dinpiange’ e tranquilli che la ghigna dura ce l’ho …

    1. # Giuliano

      Onore a chi sa riconoscere negli ” avversari politici ” la rettitudine e le capacità usate per il bene comune.
      Già un altro fece così è gli fu reso merito.

      Bravo Luca
      Mi sa che io e te “scada il tu” di ghigna ne abbiamo.

    2. # Paolo

      Quando fosti eletto dissi ,resta quello che sei,cioè un cittadino e vedi le cose da cittadino . Mi fa piacere vedere che ti stai comportando così .BRAVO Luca .

    3. # Gino

      Caro salvetti ma a pescare con la canna al porto. Quando si puo?

  2. # Massi

    Per andare a nuotare, ad oggi, ricordo però che non è consentito andarci usando mezzi pubblici o privati ma a piedi o in bici. Illustre Sindaco rispetto la normativa.Voglio solamente citargli un mio problema e penso di non essere il solo, sono stato operato di artoprotesi al ginocchio non posso fare riabilitazione perché i centri riabilitativi sono tutti chiusi dovrei dietro suggerimento del chirurgo ortopedico camminare in acqua, come faccio a raggiungere il mare se devo andarci a piedi o in bicicletta cosa per me al momento impossibile. Posso avere un permesso per poterci andare? possibilmente verso tirrenia dove il fondo marino consente un cammino facilitato.
    Sperando che legga questa mia attendo risposta.Grazie

    1. # Gabriella

      Volevo fare questa domanda da giorni e vedo che è’ già stata fatta : i cimiteri e i fiorai sono aperti (?) ma come faccio a andare se abito lontano e non posso usare l’auto !? Questo è’ un controsenso ! Posso prendere la mia auto e usare l’autocerticazione ?
      Comunque grazie della risposta che avrò e grazie al sindaco di cui conoscevo già la serietà e l’onestà intellettuale nonché l’attaccamento a Livorno

    2. # Angelo Tamburini

      Nelle faq sul sito del Ministero (fase2) in contrasto con quanto sinora detto c’è scritto “””” È consentito fare attività motoria o sportiva?
      L’attività sportiva e motoria all’aperto è consentita solo se è svolta individualmente, a meno che non si tratti di persone conviventi. A partire dal 4 maggio l’attività sportiva e motoria all’aperto sarà consentita non più solo in prossimità della propria abitazione. Sarà possibile la presenza di un accompagnatore per i minori o per le persone non completamente autosufficienti.
      È obbligatorio rispettare la distanza interpersonale di almeno due metri, se si tratta di attività sportiva, e di un metro, se si tratta di semplice attività motoria. In ogni caso sono vietati gli assembramenti.
      Al fine di svolgere l’attività motoria o sportiva di cui sopra, è consentito anche spostarsi con mezzi pubblici o privati per raggiungere il luogo individuato per svolgere tali attività. Non è consentito svolgere attività motoria o sportiva fuori dalla propria Regione. “”””

  3. # roberto

    Visto che il surf è consentito e visto che notoriamente si fa in gruppo..perché la pescasub che è uno sport individuale e le pesca sportiva in barca da soli non è consentito? Mi potreste spiegarmi i motivi dell’esclusione di questi due sport Grazie

  4. # Susy

    Caro sindaco…
    Vorrei esprimere la mia preoccupazione per quando i bambini i ragazzi dovranno rientrare a scuola..chi finisce un ciclo e ne inizia uno nuovo con nuovi compagni in un nuovo istituto…dopo non aver finito il precedente ..
    Si sta pensando a questo? Capisco che lo sport è importante ma io darei
    Uno sguardo a questa emergenza.
    Altra cosa la mia zona borgo dei cappuccini…se prima i marciapiede erano il wc dei cani ora sono coacle a cielo aperto…un po’ di controlli e sanzioni? Se non si fanno le multe non c’è soluzione…Con la speranza che legga questo commento

  5. # Fabrizio Cappelli

    Per andare a nuotare non possono usare il proprio mezzo anche se muniti di tagliando blu per handicap? In attesa risposta porgo cordiali saluti

  6. # alessandro

    Caro sindaco e giunta visto che si riapre con la fase 2 si riapre i cantieri non sarebbe meglio anticipare con la manutenzione e modifiche alle scuole visto che resteranno chiuse già da ora, campo scuola che era prevista la chiusura per manutenzione nei mesi estivi, piscina, e altre strutture se previste.

  7. # piero renucci

    Anch’io non votai il sindaco Salvetti..per la delusione della vecchia amministrazione PD
    Mi sono ricreduto di questa nuova, avevo delle perplessità rendendomi conto adesso di un buon lavoro e buona partecipazione con i cittadini..buon lavoro ‘Luca’

    1. # # Squikky #

      Ti volevo sentire se capitava nel periodo della caccia, in mezzo al bosco a chi davi noia, un abbraccione grande Piero

  8. # Manu69

    Francamente anche io mi complimento con il sindaco Salvetti, pur non avendolo votato. Sta dimostrando un attaccamento unico alla città di Livorno. Complimenti.

  9. # PIRATA

    Si prende la bici, si va a nuotare, e poi di corsa a casa.. Praticamente si deve fa il triathlon…

  10. # Nella

    SIG. Massi Tirrenia è sotto la giurisdizione del sindaco di Pisa, dovrebbe chiedere il permesso a lui oltre che al sindaco Salvetti. Potrebbe rischiare di prendere non una ma due contestazioni.

  11. # stefano mecacci

    “per andare a nuotare ,ad oggi, ricordo però che non è consentito andarci usando mezzi pubblici o privati ma a piedi o bici”. Caro Sindaco sono e sarò , sperando di capirle ed interpretarle correttamente, ligio alle regole , come è giusto che sia, ma questa me la dovreste spiegare. Sto alla Stazione non ho bici e se ce l’avessi non ce la farei ad arrivare al mare e tornare indietro, perchè non posso usare il motorino fare una nuotata e tornare a casa ?
    così è assolutamente discriminante rispetto a chi ha già la fortuna di vivere lungo mare. Senza contare che ,con le piscine chiuse, il nuoto è spesso un esercizio importante.
    Vorrei capire
    Grazie

  12. # cri

    concordo con Massi, ci sono situazioni e situazioni …. ed anche distanze abitative diverse per recarsi al mare semplicemente per passeggiare e/o per fare un bagno….. ed anche persone di età diverse con” possibilità fisiche”
    molto diverse…..
    Perciò il fatto di non poter usare nessun mezzo pubblico o privato è una limitazione importante per parecchie persone!! Penso ad una persona anziana che dopo 2 mesi di isolamento vorrebbe vedere il mare!
    Non si può andare in barca perchè? il distanziamento sociale mi sembra ci sia se uno va da solo o con familiare con lui /lei residente!
    Il surf si può fare perchè sport individuale, giustissimo…ma come ci arrivi al mare con la tavola , almeno che tu non sia super fortunato e abiti ad Antignano o sul viale Italia???a Piedi o in bici con la tavola, la tuta ecc.??
    Caro Sig, Sindaco queste sono domande che rimangono sospese…..e che danno l’impressione ci siano dei cittadini di seria A e quelli di serie B…… qualcuno anche C!

  13. # # Stefano Belli #

    E la pesca in barca? Che pericolo comporterebbe? Sindaco????

  14. # Paolo

    Concordo sia con Massi e con CRI, quello che non capisco perché sport come la pesca sportiva sia di superficie che sub non è ammessa. Misteri all’italiana

  15. # # Cristina

    Dopo due mesi chiusi in casa perché non è possibile andare in mezzo al mare in barca a pescare? Il distanziamento sociale c’è….e mi sembra paragonabile ad una passeggiata a piedi o in bici…tra l’altro ci sono anche i negozi collegati a questa attività che dovrebbero ripartire…

  16. # Massimo

    Buonasera sindaco la aspettiamo al quartiere ardenza piazza sforzini per bere un buon caffè è ringraziarla di persona per come si sta comportando con i cittadini Livornesi a presto grazie sindaco luca salvetti

  17. # Fabro

    Caro sindaco che problemi possono creare i diportisti?

  18. # Luciana

    abito sul viale Carducci e non posso andare al mare se non in auto…..con queste direttive solo chi abita vicino al mare può andarci. O tutti, o nessuno….. allora niente lamentele e mi starebbe bene anche solo una passeggiata. Così non è giusto neanche per i miei nipotini ch abitano al Picchianti.
    Ripeto, o tutti o nessuno. Niente discriminazioni…

    grazie, non è una critica perché penso che non avete valutato tutte le possibilità e le varie conseguenze

    1. # elit

      Perché se si potesse andare in macchina ci sarebbe tutta Livorno sugli scogli e allora addio ai sacrifici fatti fino ad ora!

      1. # Marco

        Sugli scogli a prendere il sole non ci puoi stare neppure se ci abiti a un metro.

  19. # pasquale

    E la pesca con canna dal molo o dalla spiaggia? Passatempo di tanti pensionati che ne potrebbero riufruire, senza cagionare danno ad alcuno. Nella pesca con canna, e’ obbligatorio la distanza da uno ad altro.

  20. # PAOLO VACCARI

    allora di nuovo libera circolazione alle auto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    LE NOVITÀ DEL DPCM DEL 26 APRILE

    ………………….

    È consentito fare attività motoria o sportiva? L’attività sportiva e motoria all’aperto è consentita solo se è svolta individualmente, a meno che non si tratti di persone conviventi. A partire dal 4 maggio l’attività sportiva e motoria all’aperto sarà consentita non più solo in prossimità della propria abitazione. Sarà possibile la presenza di un accompagnatore per i minori o per le persone non completamente autosufficienti. È obbligatorio rispettare la distanza interpersonale di almeno due metri, se si tratta di attività sportiva, e di un metro, se si tratta di semplice attività motoria. In ogni caso sono vietati gli assembramenti. Al fine di svolgere l’attività motoria o sportiva di cui sopra, è consentito anche spostarsi con mezzi pubblici o privati per raggiungere il luogo individuato per svolgere tali attività. Non è consentito svolgere attività motoria o sportiva fuori dalla propria Regione.

    ……………….

  21. # Masssi65

    Ho letto un articolo con precisazione del governo che possiamo utilizzare l auto per raggiungere il luogo per fare attività sportiva dal 4 maggio.

    1. # Davide

      Possiamo tornare a pescare sopra gli scogli. In sicurezza?

  22. # Ste

    Perché le barche devono aspettare? In mezzo al mare si crea assembramento ? Più che sul viale Italia in questi pomeriggi? O al supermercato? É un attivitá antisociale, di isolamento per eccellenza, gia aperta in tutte le regioni eccetto la nostra!

  23. # Andrea

    Riaprire la pesca sportiva!!!! Non c’è la facciamo più

  24. # Manuela

    Oggi 2 maggio ho visto tante persone soprattutto fra ciclisti e persone che “fanno finta di fare attività sportiva” che non avevano mascherina o la tenevano come protezione del collo. Il rispetto degli altri dov’è? Auspico l obbligo della mascherina anche all aperto per tutti!! Sempre!! La pesca sportiva al livello individuale, essendo una attività sportiva individuale, è da ritenersi libera come tutte le altre attività sportive individuali? Siccome non se ne parla!! Mi sembra giusto chiarire!! Grazie

  25. # All

    Tra le opere pubbliche ci sarà anche il famoso Lotto Zero?

    1. # 0586

      Ora per i miracoli ti consiglio di andare a Montenero invece che dal Sindaco.

  26. # Giulio

    Tra le varie richieste ce ne è una che è unica e dovrebbe essere alla base di tutto : il rispetto del prossimo.

    Questo significa : indossare le mascherine e farlo in modo corretto.

    Se uno non lo fa, allora ci si può tranquillamente levare. Perché soffrire il caldo, la noia di indossarla ? Ricordo che lo si fa per tutelare il prossimo, non se stessi. E se dalla controparte questo non avviene è tutto vanificato.

    Leggo di offese a chi richiama all’ordine, è un classico di arroganza livornese. La frase “ti devi fare gli affari tuoi” in questo contesto non esiste : chiedendo il corretto uso della mascherina faccio proprio “gli affari miei”.

    Questo come si fa a non capire ? Non è un capriccio dell’amministrazione comunale, è un decreto di legge al fine di salvaguardare la salute di tutti, in modo da uscirne il prima possibile da questo incubo.

    Allora, per evitare “sceriffi” come viene definito colui che chiede il rispetto delle norme, per cortesia lo faccia chi di dovere, la Polizia Municipale, non con multe, ma con il richiamo. Grazie

  27. # Marco

    Caro Sindaco, ci sono cose che faccio fatica a capire, almeno nel segno della logica e del buon senso. Per esempio, si può andare a fare un bagno perché attività motoria purché si arrivi al mare a piedi o con bici. Con la stessa logica si concede pure il surf. Ora dico, i surf necessitano di attrezzature piuttosto pesanti che difficilmente si possono portare “a piedi o in bici”. Dove sta il buon senso in tutto ciò? E poi si proibisce l’uscita in barca che, come tanti hanno già ricordato, introduce una distanza sociale siderale. Posso capire che a livello di governo nazionale il tema non sia di grande interesse perché legato ad un numero ridotto di cittadini, ma in una realtà locale come la nostra dove la piccola marineria interessa invece percentuali alte della popolazione, varrebbe la pena farci un pensiero. E’ certamente meno rischioso da un punto di vista del contagio l’uscita in barca nell’ambito familiare, piuttosto che andare alla Villa Fabbricotti.

  28. # Corinna

    Torna in voga l’ospedale nuovo. Cosa ci combina col covid19 non si sa ma è l’occasione per pretendere più posti letto di quello attuale e più posti in terapia intensiva. Perché il progetto a suo tempo prevedeva una diminuzione dei posti letto.
    Aprirei l’ippodromo per fare correre i livornesi sportivi e lasciare tranquille sul mare le famiglie.

  29. # Spillo

    Ho avuto la sfortuna di mettere in secca la barca 3 giorni prima del lockdown, e sino ad oggi giace inerte al moletto di Ardenza, la mia domanda è semplice : quando potrò tornare a lavorarci al fine di rimetterla in acqua? Capisco che ci sono problemi più importanti, ma si sta rovinando tutto, dal motore alla carena all’impianto elettrico.
    Grazie per una risposta.

  30. # VIRIATO

    Il Sindaco non fa che attenersi alle disposizioni Regionali e Nazionali, disposizioni che francamente ritengo confusionarie. Posso fare surf, ma devo andare al mare a piedi o in bicicletta. E la tavola come la porto, sottobraccio? Non posso fare subacquea e se la potessi fare , vorrei sapere come faccio a portare bombole, muta e pesi. Non posso fare pesca sportiva dalla spiaggia. E’ una delle poche attività sportive dove, per ovvi motivi, la distanza tra un pescatore e l’altro sarebbe superiore ad 1,80 metri. Possiamo però andare in barca in due. Difficilmente in barca si potranno tenere le distanze e quindi si va a pescare con la mascherina. Uno a poppa e uno a prua. Se vogliono fare uscire gli italiani da casa dopo un periodo di sessantena ed oltre per permetterli di praticare attività sportive, forse sarebbe meglio un po di chiarezza e di buon senso, evitando quella confusione che genera dubbi legittimi nei cittadini.

  31. # Acciaio

    Il Piano Marschall fu concepito dall’omonimo Generale Usa che organizzò una serie di aiuti, perlopiù alimentari. da distribuire a paesi “amici” .
    In verità ci provò anche con la Cecoslovacchia, ma evidentemente la contropartita era tale che invece l’Italia paese occupato dovette accettare.

  32. # Mirco

    Forse sono duro e nn riesco a capire!!!!
    Il bagno si può fare ma andare sul Romito a prendere il sole è concesso oppure no?