Cerca nel quotidiano:


Il nuovo Ca’ Moro aprirà in Venezia: “Grazie Uappala”. Un rimorchiatore dal Cav. Piero Neri

Annuncio dell'amministratore unico di Uappala, Roberto Piccini, durante la cena di gala alla presenza anche del presidente Giani. Consegnati attestati di Benemerenza alle istituzioni e attestati di Buon Lavoratore ai ragazzi del Parco del Mulino. Gianni a nome dei ragazzi: "Grazie per averci dato una mano"

Sabato 12 Marzo 2022 — 10:56

Mediagallery

Il direttore Paoletti: "Ringrazio Piccini e Peiani per l'opportunità che darà una prospettiva di futuro ai nostri ragazzi". Piccini: "Ormai ci sentiamo come una famiglia allargata". Mazzeo: "Quella del Parco del Mulino è una delle più belle esperienze di integrazione in Toscana"

servizio fotografico Amore Bianco (le foto durante la cena sono di Mario Vallini per Parco del Mulino)

“L’obiettivo è quello di aprire a giugno, per l’inizio della stagione estiva”. Lo dice incrociando le dita il direttore del Parco del Mulino Marco Paoletti a margine della conferenza stampa all’Hotel Palazzo, l’11 marzo, nel corso della quale è stato annunciato che Uappala donerà i locali al piano terra di un palazzo di proprietà in via Borra per la realizzazione di un Bar Bistrot Ca’ Moro dando vita di fatto al nuovo ristorante Ca’ Moro dopo l’affondamento in Darsena del peschereccio il 20 agosto 2021 (il Cav. Piero Neri mette a disposizione un rimorchiatore). Sarà una corsa contro il tempo ma la volontà di tutti è quella di dare ai ragazzi della cooperativa una nuova realtà tutta loro in cui cimentarsi e esprimersi, dando continuità al percorso lavorativo intrapreso proprio all’interno del Palazzo, con la nascita di una scuola di formazione, grazie a Roberto Piccini e Mirco Peiani, amministratore unico e fondatore di Uappala. Ed è stata loro anche l’idea di offrire gratuitamente il piano terra del palazzo (edificio dell’Isolotto così chiamato) in Venezia che in un secondo momento si ritroverà all’interno di una nuova struttura alberghiera. Sopra, ai piani superiori, infatti, Uappala dovrebbe aprire dopo l’estate un B &B. “Ringrazio Piccini e Peiani per l’opportunità che darà credo una prospettiva di futuro ai nostri ragazzi” ha detto Paoletti. “Ormai ci sentiamo come una famiglia allargata – ha preso la parola Piccini – Quando il peschereccio è affondato io e Mirco siamo stati mossi dalla volontà di dare un contributo per la ripartenza e così è nata l’idea, prima, di avviare una scuola di formazione qui al Palazzo e poi quella di donare i locali del piano terra per un ristorante con l’intento di mettere in campo iniziative legate al food e al turismo”.
Emiliano Niccolai, presidente della cooperativa Parco del Mulino: “Grazie alla Livorno vera che nei momenti di difficoltà si unisce”. Per Antonio Mazzeo, presidente del consiglio regionale, che ha ricordato quanto la Regione sia stata vicina fin da subito alla associazione dopo aver appreso la notizia, quella del Parco del Mulino è una delle più belle esperienze di integrazione in Toscana. Con questo nuovo progetto speriamo ora che il sogno possa volare più in alto. Questi ragazzi rappresentano un segno di forza e speranza e sono un esempio per altre realtà della Toscana”. Un commosso Pietro Ciampi, vice presidente persone italiane down sezione Livorno, ha aggiunto: “Teniamo molto a questa collaborazione con Uappala e voglio ringraziare tutti per la risposta che abbiamo ricevuto dopo quando accaduto. E’ andata al di là di ogni aspettativa”. Gianni Pietra Caprina, il responsabile pubbliche relazioni dei ragazzi. “Grazie per averci dato una mano”. Infine Luca Salvetti: “La data del 20 agosto 2021 è stata una data spartiacque. Da quel giorno abbiamo lavorato per mettere insieme le energie di tutti affinché come si dice a Livorno da una porta si aprisse un portone ed è venuta fuori dal cilindro questa proposta di Uappala”. Al termine della conferenza stampa si è svolta una cena, alla quale ha preso parte anche il presidente della Regione Eugenio Giani, nel corso della quale sono stati consegnati gli attestati di Benemerenza ai rappresentanti delle istituzioni presenti, tra cui anche lo stesso Giani, e gli attestati di Buon Lavoratore ai ragazzi del Parco del Mulino. Il taglio di una bellissima torta finale con il logo Ca’ Moro 2.1 ha concluso la serata. Presenti alla cena tra gli altri il sindaco, il consigliere regionale pd Francesco Gazzetti, le assessore del Comune Giovanna Cepparello e Barbara Bonciani, il presidente di Fondazione Livorno Luciano Barsotti, Piero Neri presidente e amministratore delegato dell’omonimo gruppo, il vice presidente Lem Adriano Tramonti e il direttore artistico dell’associazione culturale The Cage Toto Barbato che il 25 agosto 2021 organizzarono una serata-evento di beneficenza a favore del Ca’ Moro, serata che permise di raccogliere e donare circa 10 mila euro. Presente anche il deputato Pd Andrea Romano che per un impegno successivo è dovuto andare via al termine della conferenza stampa.

Riproduzione riservata ©