Cerca nel quotidiano:


Appartenenza Labronica: il terzo murale è per ponce, cacciucco e 5 e 5

Spunta in via Mastacchi l'ultimo dipinto sponsorizzato da Bruno Rotelli e realizzato dagli artisti Moz e Rame 13. Il prossimo? Sarà sull'alluvione

mercoledì 24 ottobre 2018 17:14

di Giacomo Niccolini

Mediagallery

Ponce, cacciucco e 5 e 5. E’ questo il tema a cui il mecenate Bruno Rotelli, con la collaborazione dei due artisti Moz e Rame 13, ha voluto dedicare il terzo murale del progetto “Appartenenza Labronica” iniziato con il “muro amaranto” dedicato al Livorno calcio in viale Ippolito Nievo (clicca qui per vedere) e proseguito la scorsa estate con il dipinto parietale dedicato al Palio Marinaro alla curva di via dei Pensieri (clicca qui per vedere).
L’opera d’arte urbana, realizzata con l’autorizzazione del Comune di Livorno che ha dato il via libera per donare una nuova dignità ad alcuni muri “diroccati” della nostra città, e sponsorizzato interamente da Rotelli, si trova questa volta in via Mastacchi sul lungo muro che costeggia il complesso sportivo. Il disegno sarà terminato entro l’ora di pranzo di giovedì 25 ottobre.
“Questa volta – commenta l’ideatore del progetto, Rotelli, a Quilivorno.it – ho voluto focalizzare l’attenzione sulle tradizioni culinarie ed enogastronomiche della nostra città. A sinistra una coppia di signori anziani si gustano un cacciucco, al centro possiamo vedere due persone che brindano con un ponce e la terza scena rappresenta, invece, due giovani che si mangiano un cinque e cinque. Il tutto, ripeto per l’ennesima volta, non è finanziato da nessuno se non da me stesso. Perché lo faccio? Semplicemente per amore della mia città e per divulgare quel senso di appartenenza che troppo spesso si tende a perdere”.
Un progetto che non finisce qui. “Il prossimo murale ricorderà la tragica alluvione che ha colpito la nostra città – specifica Rotelli – C’è da pensarlo bene, e deve essere studiato e progettato nei minimi dettagli. Perché proprio quell’evento? Perché nella tragedia i livornesi hanno saputo dimostrare un senso di appartenenza e una soldiarietà unica”.

Riproduzione riservata ©

12 commenti

 
  1. # stefano 59

    Bene… bella iniziativa! Bravi!

  2. # Michell

    Bellissimo grazie ragazzi👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻

  3. # mifairide!

    Bravi ragazzi. Continuate così. Coloriamo (con intelligenza) la città. Vi ricordo che Bruxelles è piena di murales che la gente fa i tour apposta per vederli.

  4. # Ale66

    Complimenti. Bellissima iniziativa.

  5. # Enrico65

    BRAVO!! BRAVI!! INIZIATIVE STUPENDE!!

  6. # Stefano

    Ragazzi meravigliosi, un grazie a nome di tante persone che ammirano il vostro operato, i vostri capolavori che non e’ da tutti saperli realizzare con cotanta maestria e professionalita’.

  7. # Francesca

    Sono davvero belli. Stamani sono passata da via della Bastia e ho visto che quello dietro piazza San Marco è già stato rovinato dai soliti imbecilli che non hanno niente di meglio da fare! Peccato!

  8. # Monca

    Bello! Grande livorno. Grazie artisti labronici.

  9. # VOLTONE

    Bravi e grazie, che bella cosa fare questi murales ( non vi fermate e riempite Livorno ) quello che mi emoziona di più è quello con la scritta che è sul muro del ginnasium, ce ne vorrebbero tanti altri di quel tenore, livornesità, orgoglio labronico, appartenenza, voglia di fare, riscossa e via dicendo, dobbiamo sempre ricordarci chi siamo stati , non siamo morti come vorrebbero dipingerci. E finito il feudo chiuso apriamoci siamo i meglio mettiamoci in gioco . SEMPRE FORZA LIVORNO ora più che mai

  10. # VOLTONE

    a dimenticavo telecamere e pene severe agli imbrattatori

  11. # Beppe

    Per quel poco che ho studiato della storia di Livorno,ho avuto la sensazione che ci fosse anche altro oltre si ponci e 5 e 5 ! È passata tanta acqua sotto i ponti livornesi in 5 secoli. Non vorrei si facesse la figura tipica tipo pizza e mandolino!
    Livorno non è Gardaland.

  12. # tribunetta

    grande Bruno, grazie!siamo orgogliosi di queste opere e delle persone che portano avanti l appartenenza labronica in tutte le sue forme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive