Cerca nel quotidiano:


Fides, la sciabola di Claudia Bandini si tinge di bronzo al Gpg

Un bottino importante quello portato a casa dal circolo del presidente Carlo Montano che può vantare così i migliori prospetti della scherma italiana con cinque medaglie vinte in 10 giorni di questi campionati italiani dedicati ai giovanissimi

Lunedì 18 Ottobre 2021 — 18:55

Mediagallery

Da segnalare anche il quinto posto di tutto rispetto dell'altra atleta del Fides allenata da Zanotti, Rachele Saracaj, anche lei sconfitta, stavolta ai quarti di finale, dalla campionessa d'Italia Grassi per 15 a 2

Arriva un’altra medaglia targata Circolo Scherma Fides Livorno dal Gran Premio Giovanissimi di Riccione. Dopo i due ori e l’argento del fioretto e l’oro nella sciabola ottenuto domenica 17 ottobre da Anna Torre, la sciabola di Claudia Bandini (nella foto di Augusto Bizzi) si tinge di bronzo nella categoria “Ragazze”. L’allieva del maestro Nicola Zanotti, presente a bordo pedana, si è dovuta arrendere in semifinale contro l’avversaria Elisa Grassi (poi campionessa d’Italia) dell’Olympia Scherma Roma per 15 stoccate a 3.
La sciabolatrice livornese, uscendo di scena tra le prime quattro d’Italia della categoria, si è quindi guadagnata la medaglia di bronzo.
Ai quarti di finale Claudia Bandini aveva battuto l’avversaria del Champ di Napoli, Calviati, per 15 stoccate a 12 manifestando i primi sintomi di stanchezza concedendo una rimonta inaspettata alla sfidante campana che è però riuscita a battere guadagnandosi il pass per la medaglia.
In semifinale purtroppo l’atleta livornese non riesce ad imporre il suo ritmo sin dalle prime battute, l’avversaria se ne accorge e accelera subito sul 3 a 8. Da li, nonostante la pausa di un minuto per riordinare le idee, la leoncina del Fides non riesce a capovolgere l’assalto. Un peccato ma anche una grande soddisfazione e una medaglia di bronzo di prestigio che va a incrementare il “tesoretto” targato Circolo Fides. Da segnalare anche il quinto posto di tutto rispetto dell’altra atleta del Fides allenata da Zanotti, Rachele Saracaj, anche lei sconfitta, stavolta ai quarti di finale, dalla campionessa d’Italia Grassi per 15 a 2.
Un bottino importante quello portato a casa dal circolo del presidente Carlo Montano che può vantare così i migliori prospetti della scherma italiana con cinque medaglie vinte in 10 giorni di questi campionati italiani dedicati ai giovanissimi.

Riproduzione riservata ©

CERCHI VISIBILITÀ? CONTATTACI: 1,1 MILIONI DI PAGINE VISTE AL MESE E OLTRE 60.000 ISCRITTI SUI SOCIAL. PER PREVENTIVI HTTPS://WWW.QUILIVORNO.IT/RICHIESTA-PREVENTIVO-BANNER/ OPPURE [email protected]

GRAZIE!