Cerca nel quotidiano:


Alessandria-Livorno, frase su alluvione: Salvetti chiede indagine. Parlano le società

"Non c’è l’alluvione qui" è la frase che si sente pronunciare in sottofondo sul risultato di 1-2 intorno al 47' della ripresa. Salvetti: "Delle parole che Livorno non può accettare"

Lunedì 9 Novembre 2020 — 11:55

Mediagallery

Il sindaco: "Chiedo al Livorno Calcio di farsi interprete con la Lega e le autorità competenti affinché avviino una indagine capace di individuare chi ha detto quelle frasi e all'Alessandria Calcio di facilitare tale indagine"

Al termine di Alessandria-Livorno (cronaca) del 8 novembre il sindaco, che ha seguito la partita davanti alla tv, ha inviato questa nota alla stampa: “Il telecronista che racconta la partita e sin dai primi minuti un fastidioso sottofondo di qualcuno, molto probabilmente in tribuna, che se la prende con arbitro e giocatori. Poi (intorno al 47′ della ripresa, ndr) quello che non avrei mai voluto sentire: prima un “l’ha fatta il n…” rivolto forse ad un giocatore amaranto e a seguire “non c’è l’alluvione qui” con un chiaro riferimento alla tragedia del 2017 che nella nostra città ha provocato la morte di 9 persone. Delle parole che Livorno non può accettare. Chi le ha pronunciate deve essere rintracciato anche perché si trattava di partita a porte chiuse”. “Chiedo quindi al Livorno Calcio – conclude la nota di Salvetti – di farsi interprete con la Lega e le autorità competenti affinché avviino una indagine capace di individuare chi ha detto quelle frasi e all’Alessandria Calcio di facilitare tale indagine”.

La nota del Livorno Calcio – ” L’ A.S. Livorno Calcio stigmatizza le vergognose ed inqualificabili dichiarazioni proferite domenica 8 novembre durante la gara del campionato di serie C tra Alessandria e Livorno da un personaggio che la società di casa ha individuato in un giornalista, regolarmente accreditato in tribuna stampa – scrive in una nota stampa il direttore esecutivo Alessandro Verdolini –  La nostra società, invero, ha ricevuto immediata solidarietà dall’Alessandria Calcio, ma ora aspetta la scuse del giornalista e della testata per cui lavora. Attende, inoltre, le giuste ed opportune sanzioni di diffida nei confronti del soggetto interessato, da parte delle autorità preposte. Pretendiamo rispetto per la nostra città e per i nostri sostenitori. Le regole ci sono e vanno rispettate: in curva ed in tribuna. Senza favoritismi o privilegi sia che si tratti di tifosi o di addetti ai lavori”.

La risposta della società dell’Alessandria Calcio – “In relazione all’inqualificabile espressione udita dagli spettatori di Eleven Sport durante la telecronaca di AlessandriaLivorno – si legge in una nota stampa pubblicata dalla società piemontese sulla sua pagina Facebook – l’Alessandria Calcio comunica che tali parole sono state proferite da un giornalista regolarmente accreditato in tribuna stampa. La Società condanna fermamente tali parole e tale comportamento e dichiara che adotterà tutte le misure necessarie e opportune nei confronti del responsabile che ha provveduto prontamente a contattare in serata e che si è dichiarato molto dispiaciuto. La città di Alessandria ha rievocato in questi giorni gli eventi tragici legati all’alluvione che nel novembre del 1994 portò devastazione e lutti in tutta la città. Quel ricordo resta indelebile anche per l’Alessandria Calcio che in quella circostanza vide gravemente alluvionato il suo stadio e le relative strutture. In quella circostanza, la solidarietà di tutta Italia rese possibile superare quei momenti; memore di ciò la società, in occasione dell’evento alluvionale del settembre 2017 che colpì Livorno ha immediatamente manifestato uguale solidarietà nei confronti della città e dei suoi abitanti facendosi anche promotrice di una raccolta fondi. In occasione della gara con il Livorno del settembre 2017 disputata a Vercelli, l’Alessandria è scesa in campo con una maglia dedicata che ha poi messo all’asta unitamente a un abbonamento al quotidiano “La Stampa” (nostro media partner) e il cui ricavato, € 1500 circa, è stato devoluto al Livorno per attività sul territorio in favore delle famiglie colpite dall’alluvione. Anche la tifoseria grigia espresse la propria vicinanza e solidarietà ai tanti livornesi presenti sugli spalti in quella serata, promuovendo un’altra raccolta fondi a sostegno delle famiglie colpite da quei tragici eventi”.

Qui sotto l’audio estrapolato durante la telecronaca a cui fa riferimento la nota inviata dal sindaco
.

 

 

 

Riproduzione riservata ©