Cerca nel quotidiano:


Livorno-Grosseto 2-2, pareggio amaro al Picchi

Braken su rovesciata e Dubickas al volo ribaltano il vantaggio iniziale di Sicurella. Al novantesimo però Scaffidi sbuca dalla mischia su corner e pareggia

Martedì 16 Marzo 2021 — 19:35

di Filippo Ciapini

Mediagallery

Amelia: "Portare a casa i tre punti oggi sarebbe stata la dimostrazione del nostro duro lavoro. Inizio finalmente a vedere un po' di più ciò che chiedo"

Livorno-Grosseto 2-2
Livorno (3-4-1-2): Stancampiano; Sosa, Blondett, Nunziatini; Gemignani, Bobb (46′ Castellano), Buglio (70′ Haoudi), Pallecchi (56′ Evan’s); Mazzarani; Dubickas, Braken (89′ Bussaglia). A disposizione: Neri, Paci, Marie Sainte, Caia, Deverlan, Bueno. All. Amelia
Grosseto (4-3-1-2): Barosi; Sersanti, Polidori, Kalaj, Campeol (79′ Scaffidi); Kraja (58′ Piccoli), Fratini, Vrdoljak; Sicurella (73′ Simeoni); Boccardi (58′ Stijepovic), Galligani (73′ Russo). A disposizione: Chiorra, Giannò, Ciolli, Gorelli, Consonni, Cretella. All. Magrini
Arbitro: Perenzoni di Rovereto
Reti: 30′ Sicurella, 65′ Braken, 75′ Dubickas, 92′
Note: angoli 5-1, ammoniti Kalaj, Pallecchi, Boccardi, Fratini, Haoudi

Non c’è verso di trovare i tre punti. E’ un pareggio che sa di sconfitta quello tra Livorno e Grosseto (clicca sul link in fondo all’articolo per consultare la fotogallery). Amaranto che erano riusciti a ribaltare il risultato con due splendide reti di Braken e Dubickas, ma a tempo scaduto Scaffidi gela il Picchi approfittando di una mischia in area (clicca qui per LA CLASSIFICA).
Primo tempo che si conclude in vantaggio per gli ospiti con un bel tiro di Sicurella. La ripresa, però, pende tutta dalla parte del Livorno che prima pareggia con una rovesciata di Braken e poi trova il 2-1 con un altro splendido gol di Dubickas, abile a toccare di prima intenzione un cross di Evan’s.
La doccia fredda arriva però al novantesimo su corner scaturito da una doppia ingenuità di Nunziatini e Stancampiano. Sul cross della disperazione, dalla mischia spunta Scaffidi che segna il pareggio.

LE PAGELLE

Stancampiano 5 – Doppia ingenuità che costa cara agli amaranto. Sui corner dovrebbe mangiare gli attaccanti.
Blondett 6 – Meglio delle precedenti uscite, perlomeno non toglie la gamba
Sosa 6 – Tutto sommato non commette errori grossolani.
Nunziatini 5 – Si divide le colpe con Stancampiano, grossa disattenzione.
Pallecchi 5 – Passeggia in mezzo al campo, non ha lo sprint giusto. (56’ Evan’s 6 – Confeziona l’assist al bacio per il vantaggio amaranto ma tatticamente deve migliorare).
Bobb 4.5 – Da un suo errore arriva il primo gol ospite, per il resto partita gravemente insufficiente (Dal 45’ Castellano 6.5 – Entra e cambia la partita dando equilibrio al centrocampo, fondamentale).
Buglio 6 – Si procura il rigore e detta il passo nel secondo tempo. Sempre presente in campo. (Dal 68’ Haoudi 6 – Determinato a fare bene, si vede che ci ha messo lo spirito giusto, che ultimamente aveva perso).
Gemignani 6.5 – Oggi è ovunque, partita di prepotenza. Difende e attacca, sbaglia pochissimo.
Mazzarani 5 – La traversa è una macchia bianca su una prestazione incolore, rigore sbagliato a parte.
Dubickas 7 – Questo ragazzo è un’ottima punta che sa far gol, ci fosse una squadra intorno gli verrebbe a noia.
Braken 7 – Partita da Braken per oltre un’ora, poi si trasforma nel cigno di Maastricht e segna una perla su rovesciata. L’intesa con il lituano funziona alla grande.

Amelia 6 – Primo tempo da cinque, sbaglia completamente la formazione di partenza. Secondo tempo da 7, con i subentrati cambia la partita. La sfortuna gli nega la prima vittoria da allenatore amaranto.

Il commento di Amelia: “Ce l’avevamo in pugno, sono punti che mi auguro di non rimpiangere ma io credo fino all’ultimo secondo dell’ultima partita. Le difficoltà psicofisiche ci possono stare vista tutta la stagione. Portare a casa i tre punti oggi sarebbe stata la dimostrazione del nostro duro lavoro, è un dispiacere enorme non averla vinta. Inizio finalmente a vedere un po’ di più ciò che chiedo”.

Il difensore Sosa: “Meritavamo di vincere. E’ un periodo dove gira tutto male. Non abbiamo paura, non abbiamo mai tirato fuori siamo stati beffati. Siamo una squadra: vinciamo e perdiamo insieme”.

Riproduzione riservata ©

Photogallery