Cerca nel quotidiano:


Livorno-Lecco 2-2, pareggio amaro per gli amaranto

Dalla partita emerge comunque un Livorno grintoso con la voglia di vincere, manca però l'apporto di una punta centrale di ruolo che sappia segnare

Sabato 3 Ottobre 2020 — 19:45

di Filippo Ciapini

Mediagallery

LIVORNO-LECCO 2-2

Livorno (4-3-3): Romboli; Morelli, Di Gennaro, Gonnelli, Fremura; Haoudi, Agazzi, Porcino; Pallecchi (66′ Braken), Mazzeo (91′ Parisi), Murilo. A disp.: Neri, Marie Sainte, Deverlan, Nunziatini, Boben, Canessa. All.: Dal Canto
Lecco (3-4-3): Bertinato; Merli Sala, Malgrati, Capoferri; Celjak, Marotta, Bolzoni, Purro (71′ Nesta); Iocolano (83′ Cauz), Mangni (60′ D’Anna), Capogna (60′ Mastroianni). A disp.: Pissardo, Lora, Marzorati, Del Grosso, Haidara, Moleri, Raggio. All.: D’Agostino
Arbitro: Pashuku di Albano Laziale
Reti: 42′ Mangni, 82′ Di Gennaro, 85′ Morelli, 91′ Autorete Morelli
Note: angoli 6-3, ammoniti Haoudi, Merli Sala, Mastroianni, Celjak, recupero 1′

LIVORNO- Succede tutto in poco più di 5 minuti. Dopo l’iniziale vantaggio del Lecco con Mangni, nella seconda frazione di gara assolo amaranto che passa in vantaggio con un bel colpo di testa di Di Gennaro all’82esimo e il successivo vantaggio di Morelli (con deviazione) dopo tre minuti. Lo stesso Morelli poi sarà protagonista di uno sfortunato autogol al 90esimo. Dalla partita emerge comunque un Livorno grintoso con la voglia di vincere, manca però l’apporto di una punta centrale di ruolo che sappia segnare. Finita la partita il presidente Rosettano Navarra ha parlato per la prima volta alla stampa.

 

 

 

Romboli 6 – Poche parate, non può nulla sulle due reti.
Fremura 5.5 – Tanti i palloni giocati nel primo tempo, poi sparisce.
Di Gennaro 6.5 – Qualche colpa sul primo gol del Lecco, poi sale in cielo e segna il pareggio. Il primo vero acquisto amaranto è lui.
Gonnelli 6 – Si vede meno del compagno di reparto, ma si sente. Personalità e grinta per il capitano amaranto.
Morelli 5.5 – Primo tempo in ombra, cresce notevolmente nel secondo e segna il gol del vantaggio. L’ingenuità costata al 90esimo è un harakiri.
Agazzi 6.5 – Giocatore fuori categoria, tocca ogni pallone e va più volte alla conclusione, sfiorando anche la rete. Qualità e sostanza allo stato puro.
Haoudi 6 – Il ragazzino ha i piedi delicatissimi, peccato che tende ad eclissarsi. Sarà un ottimo rinforzo a partita in corso.
Porcino 6 – Del centrocampo a tre è quello che si vede meno, una partita più che dignitosa.
Murilo 5.5 – Meglio da falso nueve che da esterno, commette errori di superficialità.
Pallecchi 5.5 – Nè carne nè pesce, ci aspettiamo di più da un giovane di 20 anni. (Dal 66′ Braken 5: Tocca pochi palloni e quei pochi sono in fuorigioco, poco utile)
Mazzeo 6 – Dal Canto gli dà il compito di far salire la squadra, bene per più di mezz’ora, ma non fa un tiro in porta, però regala due assist su due (Dal 91′ Parisi s.v).

Riproduzione riservata ©

Photogallery