Cerca nel quotidiano:


Livorno-Pordenone 2-1. Primi 3 punti

Agazzi e Marras decidono la sfida del Picchi, dopo il pari ad inizio ripresa di Strizzolo. Martedì turno infrasettimanale a Cosenza

sabato 21 Settembre 2019 18:00

Mediagallery

di Simone Panizzi

Finalmente! Dopo quattro giornate, il Livorno (nuovo organigramma del settore giovanile) trova la prima vittoria in serie B, interrompendo un filotto negativo che rischiava di condizionare pesantemente l’avvio di stagione degli amaranto (clicca sul link in fondo all’articolo per consultare le immagini all’interno della fotogallery).
Come prevedibile non è stata una partita facile, perché il Pordenone è squadra quadrata e che gioca un buon calcio. Il Livorno ha interpretato bene sin dal calcio d’inizio la gara, trascinato da un Marsura oggi veramente imprendibile per la difesa di Tesser. Il meritato vantaggio è arrivato al 21′ grazie ad un destro da fuori area di Agazzi, primo gol stagionale per la squadra di Breda.
Sono invece gli ospiti a comandare le operazioni a inizio ripresa, trovando il pari al 56′ con Strizzolo alla prima vera occasione concessa. Il Livorno non si scompone e torna ad attaccare, fino al gol decisivo di Marras (68′), oggi tra i migliori. Il forcing finale dei friulani produce poco, tranne un paio di conclusioni disinnescate da Zima.
Il turno infrasettimanale non lascia però spazio: martedì sera il Livorno è atteso a Cosenza, con la voglia di dimostrare di aver messo definitivamente alle spalle il brutto avvio.

LE FORMAZIONI

LIVORNO: Zima, Di Gennaro, Bogdan, Boben, Morganella (65′ Del Prato), Agazzi, Luci, Porcino, Marras, Mazzeo (57′ Raicevic), Marsura (83′ Braken). A disposizione: Plizzari, Ricci, Gasbarro, Gonnelli, Rizzo A., D’Angelo, Murilo, Morelli, Stoia. All. Breda.
PORDENONE: Di Gregorio, Semenzato, Camporese, Barison, De Agostini, Misuraca (53′ Chiaretti), Burrai, Pobega, Gavazzi (84′ Monachello), Candellone (69′ Ciurria), Strizzolo. A disposizione: Jurczak, Almici, Stefani, Vogliacco, Zanon, Bassoli, Mazzzocco, Zammarini, Pasa. All. Tesser.
Arbitro: Di Martino di Giulianova (assistenti Dei Giudici e Avalos)
Reti: 21′ Agazzi, 56′ Strizzolo, 68′ Marras
Note: ammonito Di Gennaro (L), Burrai (P), Semenzato (P), Chiaretti (P); calci d’angolo 4-6; recupero 0’+5′; spettatori 4701.

 

di Simone Panizzi

Zima 6,5: poche colpe sul gol subito, nel finale risponde presente su Chiaretti e Monachello.
Boben 6,5: piace per come sta sempre attaccato all’uomo, non ha mai cali di concentrazione.
Di Gennaro 6: partita senza sbavature, va vicino al gol con un colpo di testa.
Bogdan 5,5: sfortunato, perché l’unica volta che perde Strizzolo questo fa gol. Errore fortunatamente non decisivo.
Morganella 5,5: appoggia l’azione ma finisce presto la benzina. Può e deve crescere ancora (65′ Del Prato 6,5: entra con la personalità di un veterano, potrebbe presto conquistarsi i gradi di titolare).
Agazzi 7: rompe la maledizione del gol con un destro secco e rabbioso da fuori area. La gemma in una partita fatta di recuperi e sostanza.
Luci 6,5: solito prezioso lavoro di taglia e cuci in mediana, raramente spreca un pallone.
Porcino 6,5: con Marsura forma la catena di sinistra che manda in crisi il Pordenone, ripaga la scelta di Breda di puntare su di lui dal 1′.
Marras 7: esterno totale, perché fa tutte le fasi e sa anche far male in area, come dimostra il gol della vittoria.
Mazzeo 5,5: il Picchi non porta bene all’ex Foggia: dopo il rigore sbagliato col Perugia, un’altra prova senza acuti (57′ Raicevic 6,5: la panchina l’ha caricato, perché entra e non perde un pallone. Decisivo nell’ultima mezzora).
Marsura 7,5: nel primo tempo è il fattore che manda in crisi la difesa di Tesser, sgomma a sinistra e non lo prendono mai. Quando sembrava rifiatare, piazza l’assist a Marras (83′ Braken sv).
All. Breda 6,5: cambia ancora modulo e interpreti, e stavolta ha ragione lui. La squadra risponde presente, gioca con un’idea e non si fa prendere dal panico dopo il pari.

Riproduzione riservata ©

Photogallery

9 commenti

 
  1. # AleR

    Raicevic deve giocare sempre. Con lui al centro Marras Marsura o Brignole o chi c’è accanto e dietro a lui , trova gli spazi giusti che il buon filip crea.

    1. # acetone

      basta che murilo stia in panca, poi va tutto bene.

      1. # Nico 66

        Forza ragazzi i giocatori ci sono la coesione
        amalgama e la velocità sta maturando sono convinto che ci toglieremo qualche soddisfazione però il pubblico deve dare una mano non solo noi della metà nord forza gloriosa unione maglia amaranto

  2. # Sandro65

    Bene Marras e Marsura, e anche il giovane Del Prato non ha demeritato. Ora si aspettano conferme. Forza Livorno!

  3. # Marcovaldo

    Alla vigilia della partita con il Perugia un giornalista umbro aveva presentato l’ incontro come un anticipo di uno scontro play-off! Ci ha visto giusto? Questo sarà il tempo a dirlo…certo è che da quanto si è visto oggi forse non l’ ha buttata tanto di fuori. Certo, abbiamo vinto solo di misura e oltretutto soffrendo anche un po’ nel finale, però è vero che l’ avversario non era affatto male. In ogni caso, ciò che più fa ben sperare è il fatto che finalmente abbiamo due ali di tutto rispetto e soprattutto che la squadra sembra avere ampi margini di miglioramento. Che dire quindi…Forza Livorno…e chi è tifoso torni all’ Ardenza.

  4. # Amelia

    ERA L’ORA….!!!! HASTA LA VITTORIA SIEMPRE….

  5. # Hack

    Hai visto? I gufi questa settimana non hanno fiatato ed e’ arrivata la vittoria.

    1. # Morchia

      Eh si, per 5 sconfitte in 5 partite ufficiali consecutive non può esserci altra ragione che le gufate…

  6. # Marco975

    Quella di sabato è stata una vittoria di capitale importanza.
    Dopo un bel primo tempo, nella ripresa la squadra ha un po’ sofferto il ritorno degli avversari ma non si è disunita, portando a casa i 3 punti anche grazie ad uno Zima superlativo.
    Molto bene Marras e Marsura ed ottima gara pure di Agazzi e Porcino. Scelte di Breda – stavolta- azzeccate. Ora però serve continuità, a partire dalla complicata trasferta di Cosenza.
    E poi, sarebbe bello che chi ama il Livorno tornasse all’Armando Picchi, a prescindere da come la pensi sulla società (io ad esempio sono molto critico). Chi c’era si è fatto sentire ma come tifoseria dobbiamo fare molto di più. I tifosi veri sono quelli presenti in partite come quella di sabato e non quelli che “faranno a puntate” per prendere il biglietto contro i cugini di campagna, per poi latitare durante tutta la stagione.
    Forza LIVORNO SEMPRE
    PS. Solidarietà verso i ragazzi della curva dopo la vergognosa repressione legata ai fatti di Spezia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.