Cerca nel quotidiano:


Livorno-Pro Sesto 0-2, amaranto retrocessi in serie D

Ci sono volte in cui non vorresti mai scrivere, il Livorno torna nei Dilettanti dopo 28 anni. Amelia: "Ci ho messo tutto me stesso. Ero convinto potessimo farcela"

Domenica 2 Maggio 2021 — 19:51

Mediagallery

Ci sono volte in cui non vorresti mai scrivere, questa è una di quelle. Il Livorno torna nei Dilettanti dopo 28 anni, ancora si fa fatica a crederci (in serie D anche Pistoiese e Lucchese, fotogallery in fondo all’articolo). Fatale la sconfitta casalinga per 0-2 contro la Pro Sesto (reti di Bismark e Marchesi). Una stagione iniziata male e finita peggio. Mister Amelia in lacrime post partita (clicca sul link in fondo all’articolo per guardare la video-intervista a cura dell’Ufficio Stampa del Livorno Calcio): “Perché siamo scesi con questo atteggiamento? Evidentemente la squadra non ha avuto personalità. Abbiamo sbagliato tutti, dal primo all’ultimo. A fine primo tempo ho detto loro che stavamo sbagliando, ma non è cambiato niente. Il peso di questo risultato non so neanche descriverlo, è un macigno. Ci ho messo tutto me stesso. Ero convinto che potessimo farcela”.

LE PAGELLE

Neri 6 – Questo ragazzino buttato nella mischia ha fatto anche troppo.
Blondett 5 – Chiamato a fare la differenza, ha fatto più errori che altro.
Sosa 6 – Partita ordinata, sbaglia poco. (57’ Evan’s 6 – Cosa deve fare? Entra e prova a dare una scossa)
Marie Sante 5.5 – Sì fa spesso anticipare, tecnicamente è rivedibile. Ma qualcuno ha fatto di peggio.
Parisi 6.5 – Come sempre piovono i cross, ma nessuno è in area a raccoglierli.
Buglio 4.5 – Lento, lentissimo. Rallenta la manovra (69’ Bussaglia 6.5 – Semplicemente doveva entrare prima, gli amaranto avevano bisogno delle sue progressioni).
Castellano 6 – Non è facile gestire un centrocampo da solo, lui lo fa molto bene.
Gemignani 6 – Durante la stagione ha sempre messo grinta in ogni ruolo, magari non è Maicon ma si è comportato più che dignitosamente. (79’ Canessa sv)
Mazzarani 5 – Per l’amor del cielo, cuore e rabbia ci sono sempre state. Il problema è che non è mai entrato in forma.
Dubickas 5– Si sbatte, corre e tutto. Ma oggi due occasioni clamorose sbagliate.
Braken 4 – Una borsa da calcio sarebbe stata più pericolosa, un attaccante che in due partite non fa un tiro e non tocca un pallone non si può chiamare tale.

Amelia 4.5: La squadra in due partite fondamentali da vincere non è riuscita a tirare fuori un briciolo di grinta.

Riproduzione riservata ©