Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Livorno-Renate 1-0. Vittoria di rigore

Sabato 8 Ottobre 2016 — 17:43

Torna al successo il Livorno che ha la meglio sul Renate grazie ad un rigore di Maritato. Contestato Spinelli

di Riccardo Campopiano e Simone Panizzi

Prendiamoci questi tre punti e pensiamo alla prossima sfida. Stop. Inutile stare qui a lamentarci del gioco del Livorno e di come è arrivata questa vittoria. Bisognerebbe discuterne una settimana intera ma non farebbe bene ad un ambiente che deve ancora compattarsi (LA CRONACA). E’ vero, la squadra ha delle grandissime carenze, ma al momento questi sono i giocatori a disposizione di Foscarini. Se sono stati fatti errori in chiave di mercato? Sicuramente ma a gennaio (speriamo) ci sarà il tempo di rimediare (LE INTERVISTE). Dopo due punti nelle ultime tre partite contava soltanto tornare al successo. Così è stato e pazienza se alla fine è il Renate che forse avrebbe meritato di uscire vittorioso (LA CLASSIFICA).

size-medium wp-image-208625″ src=”http://www.quilivorno.it/wp-content/uploads/2016/10/AM0_3816-300×200.jpg” alt=”am0_3816″ width=”300″ height=”200″ />

Foscarini ha fatto i salti mortali per mettere in piedi un undici titolare. Tra squalifiche e infortunati aveva mezza squadra fuori e quando dopo pochi minuti si è fatto male anche Toninelli si è ritrovato a giocare con Marchi esterno destro e Morelli sull’out opposto. Senza contare che a centrocampo c’era un Bergvold ancora lontanissimo parente del giocatore ammirato anni fa. Il mister non è un mago e non può fare incantesimi con questo organico. Forse uno la sta già facendo visti i 14 punti in classifica. La speranza è che rientrino al più presto i vari infortunati e anche alcuni giocatori importanti tirino fuori il meglio di sé perché è da loro che deve partire la scossa.

2

Livorno fortunato – Pronti via e il Renate avrebbe potuto tranquillamente stare sul 2-0 se non fosse stato per l’imprecisione dei suoi giocatori. Il Livorno in difesa ha ballato paurosamente finché Borghese non ha deciso di prendere in mano le redini del reparto. Gli amaranto hanno faticato tremendamente ad arrivare in area di rigore avversaria e, non a caso, i pericoli maggiori sono arrivati dai calci d’angolo. In mezzo al campo Giandonato, Luci e Bergvold non sono riusciti ad impostare un’azione e così ecco che dalla difesa sono partiti i classici lanci lunghi per le sponde di Maritato. Foscarini in panchina si sgolava con i suoi ma il Livorno non lo seguiva.

2

La rete – Nella ripresa è cambiato poco, pochissimo. Il copione è stato sempre lo stesso dei primi 45 minuti con il Renate che ha sfiorato il gol con Pavan e il Livorno ha risposto con Luci che da calcio d’angolo ha mancato di poco il vantaggio. Foscarini ha provato a dare la scossa inserendo Venitucci per avere maggiore fantasia in avanti. Il sussulto però lo ha regalato Gasbarro che all’81’ si è procurato il rigore trasformato poi da Maritato. Vedere la palla in fondo al sacco è stata una liberazione per l’allenatore e per tutto il pubblico che, durante i 90 minuti, ha criticato Spinelli a più riprese. L’inevitabile assalto finale del Renate non ha prodotto niente se non il secondo giallo a Luci che dovrà saltare la prossima sfida contro il Siena.

_am02705

Il tabellino
Livorno: Mazzoni, Toninelli (12′ Marchi), Borghese, Rossini, Gasbarro, Morelli, Giandonato, Luci, Bergvold (72′ Venitucci), Maritato, Murilo (85′ Dell’Agnello). A disp: Falcone, Romboli, Lischi, Ferchichi, Jelenic, Camarlinghi, Dell’Agnello. All. Foscarini
Renate: Cincilla, Anghileri, Di Gennaro, Malgrati, Vannucci, Palma (81′ Santi), Pavan, Scaccabarozzi, Lavagnoli (65′ Mora), Marzeglia, Florian (58′ Napoli). A disp: Merelli, Schettino, Teso, Stefanelli, Galli, Dragoni. All. Foschi
Arbitro: Prontera di Bologna
Rete: 81′ Maritato (r)
Note: angoli 7-4 per il Livorno, ammoniti Malgrati, Pavan, Napoli, Di Gennaro, espulso Luci al 93′ recupero 2′ + 4′, spettatori 3.869

am0_3699

pagelle 01

Mazzoni 6,5: un paio di rinvii sbilenchi sono l’unica pecca in una partita precisa e attenta.

Toninelli sv: esce infortunato, ennesimo guaio  muscolare in questo inizio stagione (12’ Marchi 6: dentro a freddo, si adatta subito a destra. Tra i più costanti come rendimento).

Borghese 6: di testa le prende tutte, sulle palle veloci qualche sofferenza in più.

Rossini 6: la difesa concede qualcosa di troppo, mette pezza qua e là.

am0_3572

Gasbarro 6,5: incrementa il voto negli ultimi dieci minuti: guadagna il rigore, poi piazza una chiusura decisiva su un attacco del Renate.

Morelli 5,5: da esterno sinistro è snaturato, lui prova al massimo delle sue possibilità ma l’esito è modesto.

Giandonato 5,5: troppo compassato, non velocizza mai il ritmo. Bravo tecnicamente, però deve sveltire gambe e idee.

Luci 5: capitano sotto tono, fatica a essere il solito motorino del centrocampo. Errori evitabili, più due gialli ravvicinati che lo mandano anzitempo negli spogliatoi.

am0_3782

Bergvold 5: premessa: non gioca da una vita, deve ritrovare il ritmo e gliene diamo atto. Però oggi è stato a tratti fuori dal gioco (71’ Venitucci 6: gioca a mezzo servizio, porta un po’ di imprevedibilità davanti).

Maritato 6,5: il voto più per il rigore segnato è per essersi preso la responsabilità di tirarlo in un momento così delicato. La partita intorno a quell’episodio è stata mediocre, con un gol fallito da 1 metro a corredo.

Murillo 6: svaria molto, punta l’avversario, però sbaglia anche un appoggio in rete facile facile (85’ Dell’Agnello sv).

am0_3634

All. Foscarini 6: per il gioco ripassare un’altra volta, per la concretezza e il saper cavare il sangue da una rapa siete nel posto giusto. Rosa ridotta ai minimi termini, davanti un avversario che più scorbutico non si può. I tre punti fanno respirare, speriamo la nuvoletta di Fantozzi si sposti da sopra il Picchi.

RENATE

 Cincilla 7: Almeno quattro parate decisive, capitola solo su rigore (peraltro intuito).

Anghileri 6,5: bravo in tutte le fasi di gioco, sa difendere e attaccare lo spazio.

Di Gennaro 5: intervento scriteriato in area su Gasbarro che macchia una gara onesta.

_am02680

Malgrati 5,5: rischia con un paio di interventi al limite.

Vannucci 6: duello alla pari con Marchi, rimane spesso basso.

Palma 6: tra i primi ad accendere il match, nella ripresa cala i giri del motore (82’ Santi sv).

Pavan 6,5: regista basso, ha numeri interessanti. Spettacolare coast to coast a metà ripresa concluso a lato.

Scaccabarozzi 6: jolly di centrocampo, si muove molto su tutto il fronte e ha discreta tecnica.

am0_3799

Lavagnoli 5,5: né attaccante né esterno di centrocampo, si vede solo per una conclusione in avvio (66’ Mora 5,5: troppo defilato a destra per incidere).

Marzeglia 6: centravanti vecchia scuola, le prende e le dà tenendo impegnati i due centrali.

Florian 5,5: gira intorno alla punta, ma raccoglie poco del lavoro del compagno (56’ Napoli 6: qualche spunto interessante sulla sinistra).

All. Foschi 6: il Renate viene a Livorno a giocare a viso aperto, e ai punti avrebbe meritato qualcosa in più. La squadra ha un’identità ben precisa, non avrà problemi a mantenere la categoria.

Condividi:

Riproduzione riservata ©