Cerca nel quotidiano:


Allarme furti: ancora tre spaccate nella notte. VIDEO

I furti si sono registrati nella tarda serata di sabato 21 a cavallo con l'inizio di domenica 22 novembre. A farne le spese il frutta e verdura di via Cambini e in via Marradi l'Erboristeria Benetti e la stazione di servizio Eni

Domenica 22 Novembre 2020 — 02:07

di Giacomo Niccolini

Mediagallery

Il copione è lo stesso con il quale si stanno verificano i furti in questi ultimi giorni: i malviventi spaccano le vetrate degli esercizi commerciali e rubano pochi spiccioli all'interno dei registratori di cassa

Non si ferma l’ondata di furti che sta coinvolgendo Livorno in questi ultimi giorni. E a farne le spese sono sempre i piccoli esercenti cittadini che vengono presi d’assalto dai raid vandalici messi in atto di notte per rubare, alla fine, pochi spiccioli. Eh già perché alla fine è di questo che stiamo parlando. Tanti i danni procurati dai malviventi e poco, per fortuna, il bottino racimolato dai malviventi. Così dopo il furto alla farmacia Farneti, quello alla libreria Ubik, al centro estetico di via Montebello e al colorificio di via del Bosco, la spaccata da Rosavalentina in pieno centro e dai due ortofrutta nel quartiere S. Jacopo in Acquaviva ecco che nella tarda serata di sabato 21 novembre, a cavallo con le prime ore di domenica 22 novembre, arrivano altri 3 colpi messi a segno tutti nell’arco di tempo compreso tra le 23 e le 00,30  circa.

IL DANNO FATTO ALL’ERBORISTERIA BENETTI

Si parte dal negozio di frutta e verdura in via Cambini (nella foto principale). Stesso copione: spaccato il vetro d’ingresso del negozio e rubati all’interno pochi spiccioli. Poi via veloce. Secondo negozio nel mirino di questo sabato sera è l’Erboristeria Benetti di via Marradi, 205. In questo caso il protagonista di questo gesto criminale ha perso tempo ad alzare la saracinesca per poi farsi breccia attraverso la vetrata che ha infranto per poi introdursi dentro. “Sono arrivato davanti al mio negozio intorno a mezzanotte e venti circa. Il tempo di rendermi conto quanto fosse accaduto che ho subito chiamato i carabinieri – spiega Federico Benetti, titolare dell’omonima erboristeria, al cronista di QuiLivorno.it intervenuto immediatamente sul posto nel cuore della notte – Una volta dentro hanno rubato solo pochi spiccioli che tenevo nel fondo cassa. E’ molto più il danno che i soldi rubati. Ho messo un cartone davanti al buco per coprire la spaccata e il problema è che adesso abbiamo davanti tutta la domenica e non sarà facile risolvere questo problema prima di lunedì”.

IL CAOS LASCIATO DAL LADRO ALL’INTERNO DELLA STAZIONE DI SERVIZIO DI VIA MARRADI

A pochissimi metri di distanza il ladro ha deciso di colpire il benzinaio Eni di via Marradi, al civico 152, accanto alle poste. In questo caso le telecamere di servizio hanno ripreso anche il responsabile che in una prima parte del video si riesce anche a vedere in faccia prima che decida di calarsi il cappuccio sulla testa. Noi qui in pagina pubblichiamo un estratto delle immagini che immortalano il malvivente. Sul posto troviamo a spazzare i vetri e a cercare di sistemare il danno il titolare della pompa di benzina Marco Barontini il quale sconsolato sta applicando un cartone all’intelaiatura della porta rimasta senza vetro. Dalle immagini si vede un uomo di media altezza e corporatura, vestito con jeans e felpa chiara, che prende la sabbiera accanto ad una delle pompe di servizio e con quella decide di spaccare l’ingresso della stazione di servizio. “Cosa ha rubato? Pochi spiccioli – spiega Barontini – nel vero senso della parola. Qualche moneta in cassa. Non lasciamo se non qualche moneta. E poi una gran confusione”. Intorno alle 1,15 di quella che è ormai domenica 22 novembre arrivano i carabinieri sul posto per recepire le informazioni del caso.
Qui sotto un frammento del video delle telecamere di sicurezza della stazione di servizio di via Marradi:

Riproduzione riservata ©